Ambiente, Bruzzone-Casanova: “In Piemonte Pd e M5s penalizzano cacciatori”

La Lega: “Chiaro abuso nei confronti di una categoria che già subisce le disposizioni di una delle norme più restrittive d’Europa”

CACCIA

“In Piemonte Pd e M5s stanno continuando a dare chiare dimostrazioni di insensatezza, cavalcando pretestuose battaglie che ormai da tempo bloccano i lavori del consiglio regionale, per cercare di strappare qualche specie tra le 15 cacciabili che l’assurda legge approvata dall’ex giunta Chiamparino vietava. Togliere ai cacciatori piemontesi la possibilità di poter prelevare anche una sola specie rispetto a quelle consentite dalla norma nazionale, risulta un chiaro abuso nei confronti di una categoria che già subisce le disposizioni di una delle norme più restrittive d’Europa. La Lega ha tenuto duro portando avanti un lavoro per riallineare il Piemonte al resto d’Italia e di questo siamo soddisfatti, restiamo invece esterrefatti dal comportamento delle opposizioni Pd e M5s che hanno messo in pratica la peggiore delle politiche animaliste estremiste”.

Così in una nota  Francesco Bruzzone, senatore della Lega e responsabile Attività venatoria della Lega e  Massimo Casanova, europarlamentare della Lega.

di
Pubblicato il 30 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore