/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 17 febbraio 2021, 18:06

Aggredisce un medico e un infermiere dopo la morte di un familiare

È successo lunedì sera nel reparto di Malattie Infettive dell'Ospedale Castelli di Verbania

Aggredisce un medico e un infermiere dopo la morte di un familiare

Dopo la morte di un suo familiare, dà in escandescenza e aggredisce un medico e un infermiere, ferendoli. È successo lunedì sera, intorno alle 21:30 nel reparto di Malattie Infettive dell'Ospedale Castelli di Verbania. Una reazione violenta, scattata dopo un decesso, nei confronti degli operatori sanitari ma anche di un computer e di alcune attrezzature dell'ospedale, distrutti. La Polizia sta ancora ricostruendo l'accaduto, ma un uomo, italiano, è stato denunciato per danneggiamento e lesioni.

La chiamata al 112 è partita dal personale ospedaliero. Sul posto sono giunte anche pattuglie dei Carabinieri. Il medico e l'infermiere sono stati soccorsi al Dea. Hanno riportato lesioni guaribili in sette giorni.

L'Asl Vco esprime solidarietà nei confronti del medico e dell'infermiere feriti. Deciso l'intervento del presidente dell'Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri del Vco Antonio Lillo che definisce l'episodio di "violenza esecrabile" ed esprime solidarietà e vicinanza alle vittime. Si interroga anche su come mai sia potuta accadere una cosa simile, spiegando che l'origine deve essere cercata nel clima "culturale che si respira nella nostra società, pronta ai canti e agli applausi che diventano facilmente schiaffi, pugni e urla quando l'inevitabile accade. Questi episodi, per il bene della nostra comunità, devono essere stigmatizzati, a prescindere dalle ragioni che li hanno determinati. Aggredire un operatore sanitario è aggredire se stessi".

 



Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore