ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 08 maggio 2024, 19:00

La consegna delle benemerenze apre la festa patronale di San Vittore FOTO

I verbanesi illustri hanno ricevuto il riconoscimento questa mattina nel foyer del Maggiore

La consegna delle benemerenze apre la festa patronale di San Vittore FOTO

Si è aperta con la consegna delle quattro benemerenze assegnate dal Consiglio comunale la giornata clou dei festeggiamenti del patronale di Verbania, quella dedicata a San Vittore, nel foyer del teatro “Il Maggiore”. A far gli onori di casa il presidente dell’assise di palazzo Flaim, Giovanni Battista Finocchiaro De Lorenzi, e il sindaco Silvia Marchionini. Presenti il prefetto Michele Formiglio, il questore Luigi Nappi, i comandanti di Carabinieri, colonnello Domenico Baldassarre e Guardia di Finanza, colonnello Antonello Reni.

 Alla professoressa Emma Caretti Lomazzi, ex preside delle medie Cadorna e Ranzoni, il riconoscimento è stato assegnato per la sua lunga carriera scolastica, per l’impegno nell’Unione insegnanti cattolici, per l’attività di “animatrice” di “Verbania Musica”, che propone ogni autunno-inverno l’’omonima stagione concertistica.

Il maestro Riccardo Zoia, direttore del Coro San Vittore, è stato insignito della benemerenza per l’ormai lunga carriera musicale, abbinata alla professione di medico. Ha ringraziato l’Amministrazione dirigendo un “Magnificat” di sua composizione “commissionato – ha svelato il retroscena – dall’allora parroco di Madonna di Campagna, don Rino Bricco, in occasione della trasmissione in diretta della messa sulla Rai. Due settimane dopo mi ha fatto la sorpresa. Mi ha invitato a passare da lui, al rientro settimanale da Milano. E, quando sono arrivato, mi ha consegnato una cesta con tutte le richieste di avere lo spartito arrivate da tutta Italia e m’ha detto: ora sono fatti tuoi!”.

Cristina Moro è la ricercatrice che, lavorando alla tesi di laurea su Villa San Remigio, ha dimostrato l’attribuzione al Veronese di tre opere: Allegoria della scultura, Astronomia, tornate a Verbania dopo il restauro a Venaria Reale, ora al Museo del paesaggio, e La battaglia di Lepanto, tuttora in corso di restauro. “Opere – ha commentato il sindaco, Silvia Marchionini – che ora impreziosiscono la collezione permanente del Museo del paesaggio alle quali speriamo di aggiungere la Battaglia di Lepanto non appena il restauro sarà completato”.

Fabio Volpe, infine, per l’opera di recupero della memoria storica dell’esodo giuliano col Comitato 10 Febbraio, di cui è presidente della sezione di Verbania.

Nel primo pomeriggio, allo stand gastronomico dei Pacian c’è stato il tradizionale taglio della torta di San Vittore. Questa sera c’è la messa presieduta dal vescovo, monsignor Franco Giulio Brambilla, con la processione fino al porto di Intra, la benedizione del lago e lo spettacolo di fuochi d’artificio offerto dal Comune.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore