/ Politica

Politica | 24 maggio 2023, 19:20

“Fino a 427 giorni per un'endoscopia. Nel Vco liste d'attesa imbarazzanti: le ho inviate a Cirio”

Quaretta: “Il presidente della Regione ha confermato che effettuerà le opportune verifiche”. Il sindaco di Quarna Sopra ha messo a disposizione un numero di telefono per segnalazioni e problematiche

“Fino a 427 giorni per un'endoscopia. Nel Vco liste d'attesa imbarazzanti: le ho inviate a Cirio”

Nel corso dell'ultima Rappresentanza dei Sindaci non erano mancati i momenti di tensione  tra alcuni componenti e il presidente Alberto Cirio, collegato a distanza. In particolare c'era stato un acceso scontro tra Augusto Quaretta e il Governatore, poi per altro ricomposto anche nei giorni successivi. Tanto che lo stesso Quaretta ha dato seguito a quanto aveva promesso.

"In questi giorni -spiega- ho inviato al presidente le più imbarazzanti liste d'attesa,  tutte documentate e documentabili: per una visita fisiatrica 113 giorni, a fronte del codice che ne prevede 30. Per un’ecografia all’addome 286 giorni, invece dei 60 previsti. Endoscopia, sia pur con impegnativa programmabile a 427 giorni! Risonanza magnetica a 127 giorni, anziché i 60 previsti. Altra Ecografia a 141 giorni ed Elettromiografia a 159 giorni, entrambe dovute entro 60 giorni .Tra le altre criticità, stanno emergendo problemi per le visite cardiologiche con urgenza dei 30 giorni che scivolano a dicembre 2023 (mentre nelle ASL di Novara e di Vercelli vengono confermate entro i 30/45 giorni) e per una colonscopia, a meno di qualche miracolo, si va ormai al 2025! Il Presidente Cirio ha preso atto e nota di quanto inviato e ha confermato di voler effettuare le opportune verifiche” precisa Quaretta.

Che poi va oltre . "All’indomani dell’incontro della Rappresentanza ho ricevuto telefonate e testimonianze dirette da parte di pazienti, familiari e operatori sanitari che sono utili a fotografare una situazione sempre più delicata e complessa per la sanità nel Vco; pertanto ho pensato di agevolare questo scambio di informazioni con tutte le persone interessate ai problemi di ogni giorni, mettendo a disposizione un recapito telefonico, il numero 3356150257 e un indirizzo email dedicato già attivo emergenzasalutevco@libero.it al quale è possibile inoltrare segnalazioni e problematiche che saranno trattate con assoluta discrezione, sulle quali mi confronterò con la Direzione Generale, i Sindaci e la Regione Piemonte. Preciso che la mia intenzione non è quella di sostituirmi  a organismi o enti già preposti o ad altre realtà; intendo solo cercare di esercitare al meglio il mio ruolo di componente della Rappresentanza dei Sindaci dell’Asl Vco fino a quando ne avrò la possibilità, con l’aiuto di chi vive  sulle propria pelle ogni genere di esperienze legate alla sanità locale. In ultimo, devo dire che trovo quantomeno grottesco e fuori tempo, la campagna di manifesti  promossa dalla Lega, inneggianti al 'rifacimento' del Castelli e del San Biagio, senza nemmeno avere la decenza di aspettare il voto del Consiglio regionale e gli ulteriori approfondimenti richiesi dai Sindaci sui DEA ed altri servizi. Come si fa ad esultare pensando ai prossimi 10 anni di assolute incertezze? Forse con la stessa superficialità con cui sono stati ignorati i medici, gli operatori sanitari e i Sindaci che chiedono a gran voce un nuovo ospedale per un territorio che meriterebbe più rispetto” conclude Quaretta





Daniele Piovera

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore