ELEZIONI REGIONALI
 / Politica

Politica | 18 aprile 2024, 12:17

Il senatore Borghi risponde al presidente Desanti

"Invece di farneticare su reati inesistenti pensi a quanto accaduto in questi anni sul ciclo dei rifiuti nel Vco"

Il senatore Borghi risponde al presidente Desanti

l presidente del Coub gioca a fare confusione, oppure -molto più facile- e’ confuso di suo. Stiamo ai fatti.

Primo: al territorio del Verbano Cusio Ossola -a seguito di un percorso istituzionale nel quale ho avuto modo di avere una parte di indirizzo politico precisa come Desanti ben conosce, visto che faceva anche convegni pubblici sul tema col sottoscritto - sono stati assegnati 25 milioni di euro, per la realizzazione di un impianto atto a chiudere il ciclo dei rifiuti e contenere i costi tariffari.
Secondo: ConserVCO e Coub non hanno saputo realizzare l’intervento, e di questo hanno la piena, esclusiva e totale responsabilità. E se fossero davvero la prima una reale azienda privata, e il secondo un  ente pubblico degno di tale nome, avrebbero già da tempo visto i loro vertici dimissionari per l’incredibile errore compiuto.

Terzo: il mancato raggiungimento dell’impianto pregiudica la capacità autonoma di smaltimento del rifiuti, rende il VCO totalmente dipendente dall’ esterno e continua a favorire la logica conservatrice, corporativa e consociativa che da anni blocca ogni sviluppo industriale, aziendale e produttivo del ciclo dei rifiuti.
Quarto: vi sono esponenti politici che hanno avuto una parte attiva, e dai numeri anche decisiva, nella politica di Verbania e del territorio del VCO, con legami evidenti, noti e consolidati con un determinato sistema di cooperative.
Questi sono fatti. Non opinioni.

Anziché farneticare su reati inesistenti, il presidente Desanti potrebbe trarre le conclusioni di quanto accaduto in questi anni sul ciclo dei rifiuti nel VCO: gara a doppio oggetto per Conser VCO non fatta, investimenti non realizzati, impianti non fatti, contenziosi sulla sede tra società pubbliche innescati, soldi a fondo perduto persi, tariffe aumentate.

E poi, insieme  con l’amministratore unico di ConserVCO a quanto pare più impegnato nelle primarie del Pd di Verbania che alla guida dell’azienda, tirare le naturali conclusioni del proprio operato. Senza nascondersi dietro ad altri, o a cortine fumogene come il comunicato odierno.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore