ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 22 marzo 2024, 12:00

Marchionini non si ferma: tre nuove ipotesi per la riqualificazione del lungolago di Suna

Il sindaco ha proposto tre diversi progetti realizzati dall’architetto Anna Dominici e dall’agronomo Fabrizio Breganni

Marchionini non si ferma: tre nuove ipotesi per la riqualificazione del lungolago di Suna

Fedele al motto “Verbania non si ferma”, il sindaco di Verbania Silvia Marchionini ha presentato, martedì 19 marzo in un incontro informativo all’albergo “Pesce d’oro”, tre ipotesi di progetto di riqualificazione del lungolago di Suna al Consiglio di quartiere e agli esercenti di Suna. Presente anche il presidente di Federalberghi, Gian Maria Vincenzi

Le proposte, realizzate dall’architetto Anna Dominici e dall’agronomo Fabrizio Breganni, prevedono, nel primo caso, il mantenimento della ciclopedonale tra la passeggiata e i posteggi, sacrificando il verde pubblico. La seconda, il mantenimento della pista attuale, contigua ai parcheggi. La terza lo spostamento a monte della pista.

Federalberghi chiede di stralciare la pista esistente tra la Canottieri Verbano e la Beata Giovannina, attualmente a senso unico in uscita. In secondo luogo, di riqualificare il verde pubblico e il parco giochi. Infine, di rivedere i plateatici, ampliati negli anni della pandemia che hanno occupato parte dei posteggi, e di salvaguardare questi ultimi.

Vincenzi ha poi chiesto di rivedere la viabilità tra Suna e Pallanza: il senso unico solo in uscita, di cui si lamentano da anni non solo gli albergatori ma tutte le attività di piazza Garibaldi, penalizzerebbe l’accesso a Pallanza.

È intenzione di Marchionini destinare a questo progetto 350mila euro nell’ultimo consiglio comunale di mandato.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore