/ Attualità

Attualità | 20 febbraio 2024, 12:00

Sono iniziati i lavori per la costruzione del nuovo asilo nido di Intra

La scuola sarà completata entro il 2025, con 60 nuovi posti disponibili per i bambini

Sono iniziati i lavori per la costruzione del nuovo asilo nido di Intra

Un nuovo e moderno asilo nido a Verbania sarà pronto nel 2025 a Intra. I lavori, con la consegna del cantiere, sono partiti in questi giorni e vedono un impegno di spesa di due milioni e quattrocentomila euro, grazie ai fondi europei del Pnrr.

"L’area individuata in viale San Giuseppe è di proprietà comunale – segnala il sindaco Silvia Marchionini – ed è stata una scelta per non perdere questa preziosa opportunità per la nostra città legata ai fondi del Pnrr. Col nuovo asilo aumenterà l'offerta per le famiglie di Verbania, e non solo, e si aggiungerà ai due esistenti con altri 60 posti che si sommeranno ai 148 attualmente disponibili. Un servizio di qualità quello offerto e con tariffe davvero contenute”.

L'asilo nido avrà una superficie interna di 960 metri quadrati e l'accesso avverrà da due ingressi: uno veicolare da viale San Giuseppe, l'altro pedonale da via Monte Massone. Nel complesso l’area oggetto di intervento ha una superficie pari a circa 2500 metri quadrati, e quindi vedrà un’ampia area a verde esterna per le attività dei bambini all’aperto.

La soluzione architettonica scelta per questa moderna struttura nasce dalla volontà di realizzare un’opera rispettosa dell’ambiente, realizzata con materiali naturali, riciclati, a basso impatto ambientale e ad alta efficienza energetica, a partire dalla struttura portante dell’edificio realizzata in pannelli X-Lam in legno lamellare: un prodotto naturale e sostenibile.

Il volume si sviluppa su due piani: al piano terra, oltre all’atrio di ingresso, posto lungo l’asse Sud-Est, i locali e servizi per le attività didattiche, mentre al piano primo vengono collocati i locali e servizi adibiti al personale. Questa scelta progettuale è stata guidata dalla volontà di evitare un’eccessiva copertura dell’area e garantire sicurezza ai bambini. La soluzione progettuale tiene conto di tutte le soluzioni atte a garantire l’ottimale efficienza energetica dell’edificio, il risparmio delle risorse e la riduzione dei costi di esercizio e manutenzione. Di conseguenza i locali con maggior ore di permanenza sono stati posti lungo l’asse Sud-Est.

Al piano terra, l’edificio è composto da quattro sezioni, di cui tre per divezzi e una per lattanti. Ogni sezione è composta da tre locali: uno spazio per le attività didattiche, un locale riposo ed i servizi igienici. Gli spazi tra le sezioni per divezzi sono separati da chiusure mobili per garantire una flessibilità degli spazi e permettere di utilizzare l’intero ambiente per attività sociali comuni.

In prossimità di tutte le sezioni, lungo l’asse Nord-Ovest, viene realizzato uno spazio dedicato all’attività psicomotoria, con all’interno un patio accessibile che permette uno spazio protetto per i più piccoli e un’illuminazione zenitale. Sempre lungo l’asse Sud-Est troviamo un Atelier e una Stanza della Luce da utilizzare per attività di proiezione ed uno spazio adibito ad accettazione e deposito ingresso in prossimità dell’ingresso al plesso. Per concludere, troviamo lungo l’asse Nord-Ovest la cucina e la dispensa, direttamente collegate alla zona smaltimento rifiuti, posta all’esterno, ed i locali adibiti a spogliatoi, servizi igienici e ripostigli.

Al primo piano è stata posta, difronte al vano scala, la segreteria amministrativa, dopodiché si accede attraverso un corridoio ai restanti locali adibiti al personale: ambulatorio, sala pranzo per il personale, sala riunioni, locale per la preparazione dei materiali, lavanderia e stoccaggio pannolini, servizi igienici e ripostigli.

La copertura è costituita da parti piane e parti a doppia falda, in particolare: la copertura delle sezioni divezzi è realizzata in legno a vista, con falde spioventi, così come la copertura del piano primo. La rimanente parte di copertura costituisce il terrazzo, accessibile dal piano primo, per consentire la manutenzione dei macchinari e dell’impianto fotovoltaico.

Comunicato Stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore