/ Politica

Politica | 23 giugno 2023, 08:32

La Lega Vco sulle dimissioni di Morandi: "Noi non compriamo il consenso né tradiamo il territorio"

"Sono oltre 20 anni che parliamo di mantenimento e potenziamento degli ospedali esistenti”

La Lega Vco sulle dimissioni di Morandi: "Noi non compriamo il consenso né tradiamo il territorio"

Dopo le gravi dichiarazioni a mezzo stampa del sindaco Gianni Morandi, è la Lega Salvini Piemonte del Vco a rispondere con un comunicato puntando il dito contro il primo cittadino di Gravellona Toce. “Caro Morandi – si legge nella nota – noi non compriamo il consenso, affermazione questa assai scorretta da parte tua, né tanto meno tradiamo il territorio, valutato che sono oltre 20 anni che laddove parliamo di sanità, ci schieriamo per il mantenimento ed il potenziamento degli ospedali esistenti. Inoltre – prosegue la nota – il Dm 70 è frutto del momento di Austerity del governo Monti e fortunatamente oggi, dopo la pandemia, i paradigmi della sanità sono cambiati e cambieranno. Quando la Lega dice una cosa, la fa: e Morandi, anche pensando soltanto al “suo” Comune, lo sa bene considerato che abbiamo raddoppiato lo stanziamento a favore del Palazzetto dello sport di Gravellona Toce che diverrà, peraltro, provinciale. Dalla Lega nessuna falsa promessa, solo fatti – prosegue il comunicato –: sempre a Gravellona, con fondi del Pnrr realizziamo, e le progettazioni sono già state affidate, l’ospedale di prossimità dotato di 20 posti letto per la continuità assistenziale. Caro Morandi, vedi, noi siamo diversi da voi: abbiamo un grande senso del territorio e della democrazia, e non arriviamo a minacciare il voto legittimo di un’assemblea elettiva. La maggioranza di centro sinistra, il vostro Pd, ha avuto 5 anni di tempo e di lavoro, senza una pandemia di mezzo e, ciò nonostante, non è stata in grado di dar nulla al Vco sul tema della sanità. L’ospedale sul cucuzzolo di Ornavasso, quello disegnato sulla carta e mai sorto, lo avete collocato in quella posizione assurda, in mezzo a un bosco, con la necessità di eseguire sbancamenti e utilizzare 20 milioni di euro solo per strada e parcheggio. Il tutto, proprio allo scopo di non farlo... Nessun atto formale in 5 anni, solo menzogne, comprese quelle dell’allora assessore Saitta che mentì davanti ai sindaci dicendo loro che in quattro anni avrebbe dato loro un ospedale aperto e funzionante. Caro Morandi, queste cose le ricordi? Ridicolo, infine, che si parli di tempistiche quando è noto a tutti che per realizzare un ospedale in Italia servono mediamente 20 anni, mentre agendo su strutture esistenti, già di proprietà, già urbanizzate, i tempi si accorciano notevolmente. Le nostre scelte, caro Morandi, compresa quella appena fatta in materia di sanità – conclude il comunicato a firma della Lega Salvini Piemonte del Vco – sono fatte ascoltando la gente e dando concretezza alla volontà popolare”.

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore