ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 15 maggio 2024, 12:08

Monta la protesta social dopo il divieto di sosta al porto

Sabato 11 stop ai parcheggi per il rifacimento della segnaletica orizzontale

Monta la protesta social dopo il divieto di sosta al porto

Il divieto di sosta dalle 8 alle 18 nell’area antistante il porto di Intra (nella foto) e zone limitrofe, apposto sabato scorso dall’amministrazione comunale per consentire il rifacimento della segnaletica orizzontale, ha suscitato la protesta social di una parte dei verbanesi. A puntare il dito, oltre a tanti residenti, sono stati soprattutto i commercianti, già alle prese con la carenza di parcheggi causata dai lavori sul lungolago.

Facile intuire i motivi della sollevazione – oltre 70 i cittadini che hanno partecipato allo sfogo via web –, considerato che ormai da settimane il cuore di Intra è bloccato per via, appunto, dei lavori in corso di svolgimento. Se tutto andrà bene, il cantiere sarà chiuso a ottobre 2024. Vedremo.

Secondo chi ha protestato far ridisegnare la segnaletica di sabato, quando peraltro c’è anche il mercato, ha avuto come diretta conseguenza infliggere l’ennesimo colpo “mortale” a commercio e turismo, già messe alla prova duramente. “Il traffico era impazzito e fioccavano le multe”, ha rincarato la dose un’automobilista. “Perché non fare quel lavoro in un giorno diverso, hanno aggiunto altri, o nelle ore notturne?”. Tra le varie posizioni emerse su FB anche quella – con tanto di giallo annesso – espressa dall’assessore Patrich Rabaini, che ha commentato così: “Non esiste alcun’ordinanza di divieto di sosta” (con sei punti esclamativi). “Ma perché i cartelli?”, si sono allora chiesti gli internauti? Rabaini ha poi scritto un secondo post: “La polemica qui non mi appassiona, se vuoi (indirizzato a chi ha postato la foto: ndr) chiamami in privato”.

Alessandro Garavaldi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore