ELEZIONI REGIONALI
 / Economia

Economia | 14 aprile 2024, 08:12

Moody’s aumenta il rating della Regione: ridotto il debito di 2,3 miliardi di euro

L’assessore Tronzano: “Con questi dati avremo ancora di più la competitività e attrattività per il nostro sistema”.

Moody’s aumenta il rating della Regione: ridotto il debito di 2,3 miliardi di euro

Moody’s aumenta il rating della Regione Piemonte che passa dal livello Ba1 (area "Non-investiment Grade") a quello Baa3 (primo gradino dell'area Investiment Grade). Un giudizio estremamente positivo, anche perché inserisce il Piemonte tra le zone in cui è vantaggioso programmare investimenti.

È un ulteriore tassello del lavoro svolto in questi anni: il bilancio della Regione Piemonte ha infatti visto un miglioramento costante e duraturo, come certificato dalla Corte dei Conti nei suoi giudizi annuali di parifica e anche dagli esperti dell’agenzia internazionale Moody’s. Solo pochi mesi fa Moody’s aveva promosso la Regione, unica in Italia, con il passaggio del rating della Regione Piemonte da Ba2 a Ba1, valutandone in aumento l’affidabilità e l’efficienza. Ora un nuovo giudizio positivo con il passaggio dal livello Ba1 al Baa3. Unica regione in Italia ad aver fatto due scatti in avanti nelle ultime due rilevazioni.

“La nuova valutazione di Moody’s premia ancora il grande lavoro di questi anni”, commenta il presidente Alberto Cirio - nei quali abbiamo lavorato riducendo il debito di 2,3 miliardi di euro come certificato anche dalla Corte dei Conti. Una Regione stabile è una Regione credibile ed è più forte nel conquistare e ottenere la fiducia delle imprese e di chi vuole investire in Piemonte creando sviluppo, crescita e posti di lavoro”.

“Un successo senza ombra di dubbio – commenta l’assessore al Bilancio Andrea Tronzano – frutto di un lavoro sinergico che ha permesso in questi anni di operare riducendo il debito e ottimizzando le risorse a disposizione, non a caso anche il Financial Times ci considera una regione in cui vale la pena investire. Sono sicuro che con questi dati aumenteremo ancora di più la competitività e l’attrattività del nostro sistema”.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore