/ Attualità

Attualità | 03 aprile 2024, 07:50

Comitato Inps Vco: "Cresciuta la quantità e la qualità dei servizi erogati"

La sede provinciale ha tracciato un bilancio delle attività del 2023

Comitato Inps Vco: "Cresciuta la quantità e la qualità dei servizi erogati"

Il Comitato Inps del Verbano-Cusio-Ossola ha tracciato un bilancio delle proprie attività per l’anno 2023, illustrando quanto messo in atto. Di seguito il comunicato:

“L'Inps è il più importante presidio sociale del nostro Paese, svolge un ruolo fondamentale per il nostro sistema previdenziale ed assistenziale, costituendo un elemento di garanzia per le condizioni sociali di vita e di lavoro di milioni di lavoratori, pensionati ed aziende, attraverso l'erogazione di prestazioni e servizi, in una gestione duale che deve agire in autonomia, con l'unico vincolo della Legge. L'Istituto in questi ultimi anni ha avuto un processo interno di riorganizzazione, si è riusciti a far fronte all'aumento di quantità e qualità dei prodotti erogati grazie all'impegno, alla disponibilità, alla competenza dei lavoratori dell'Istituto, malgrado il costante ridimensionamento dell'organico (Il Piemonte attualmente conta molti meno dipendenti del 2015 nonostante le assunzioni fatte nel corso dello scorso anno).

Per quanto riguarda la dotazione organica della Sede Provinciale dell'Inps del Verbano-Cusio-Ossola, in controtendenza con tutte le altre sedi provinciali del Piemonte, è ritenuta sufficientemente adeguata rispetto alle esigenze della Sede, quindi sicuramente migliore rispetto agli organici delle altre sedi territoriali piemontesi. Per questo motivo la sede del Verbano-Cusio Ossola ha inoltre fornito supporto ad altre sedi della Regione (Torino, Novara e Biella) con lavorazione di pratiche in sussidiarietà, a causa di carenze di organico di tali sedi Fondamentale poi è il rapporto con i Patronati e con gli altri Intermediari riconosciuti, per poter fornire il massimo supporto ai cittadini ed offrire servizi di elevata qualità agli utenti che non hanno competenze digitali, o che necessitano di assistenza per ottenere informazioni o presentare domande di prestazione.

L'automazione di molte procedure e di prestazioni ad alto impatto sociale ha allargato il "divario digitale" per quei milioni di cittadini e pensionati che non sono nelle condizioni di accedere autonomamente al portale Inps, tramite lo Spid o la Carta d'identità elettronica. Per questo è stato sottoscritto un Protocollo d'Intesa tra INPS e gli Istituti di Patronato, a conclusione di un processo che ha coinvolto tutti i Patronati, e che è in linea con il percorso di transizione, da tempo avviato dall'Istituto, verso una modalità di erogazione del servizio, che pone al centro l'utente ed i suoi bisogni.

Nella gestione di attività di supporto alle funzioni del CIV (Comitato di indirizzo e Vigilanza dell'Inps Nazionale) |' attività dei Comitati Provinciali concorre alla realizzazione degli obiettivi strategici dell'Istituto, e sul territorio provinciale promuove la presentazione annuale del Rendiconto Sociale, che contiene le principali informazioni relative al panorama socio-demografico, all'andamento socioeconomico e delle prestazioni pensionistiche, previdenziali e sociali, per un coinvolgimento ed un confronto con tutti gli Interlocutori Istituzionali Locali, con i Patronati e gli Intermediari riconosciuti, le Associazioni Datoriali e le Organizzazioni Sindacali”.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore