/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 15 settembre 2021, 18:30

Asilo di Cireggio: le mamme chiedono di trovare delle soluzioni

Diverse le richieste di alcune donne che hanno i bimbi iscritti nella struttura omegnese

Asilo di Cireggio: le mamme chiedono di trovare delle soluzioni

"Non abbiamo nessun colore politico e la nostra presa di posizione è nell'interesse esclusivo dei nostri figli". Così alcune mamme che hanno i bimbi iscritti all'asilo nido di Cireggio, diventato teatro di scontro continuo tra maggioranza e minoranza ma anche all'interno della stessa amministrazione.

"Quello che personalmente ho verificato -ha spiegato Genny De Paoli- con l'inserimento del mio secondogenito al nido di Cireggio (il primo figlio era stato iscritto a Crusinallo ndr) è che gli spazi sono davvero angusti. È vero che è rispettato il rapporto 1 a 8 tra educatori e bambini (tre per 24 nella classe più numerosa ndr), ma la classe è davvero piccola. Ci tengo a rimarcare la professionalità e la bravura delle educatrici, che sono favolose, ma noi chiederemmo un ausilio, un ata per l'ora dei pasti o per il sonnellino, per il cambio pannolino o per eventuali imprevisti. Credo che sia anche importante pianificare, magari durante le vacanze natalizie, interventi per migliorie ai serramenti ed alla pavimentazione, il tutto con l'aiuto dei genitori".

Il tutto poi con uno sguardo al futuro. "Una soluzione va trovata -ha aggiunto Alice Martini- anche per tutelare le famiglie che non hanno trovato posto a Cireggio: ringraziamo il sindaco Marchioni che ci ha ascoltate e ci riceverà in municipio. In lui riponiamo la speranza di avere un'altra struttura o quella attuale ampliata".

Daniele Piovera

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore