/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 29 marzo 2021, 18:22

Arrestato Giovanni Lietta, vice sindaco di San Bernardino Verbano. È accusato di peculato

La Digos ha scoperto molteplici irregolarità, dall'utilizzo delle tessere carburante dei mezzi in uso al Comune alla gestione dei fondi comunali, specie, quelli assegnati alla protezione civile

Arrestato Giovanni Lietta, vice sindaco di San Bernardino Verbano. È accusato di peculato

Alle prime ore del mattino la Polizia di Stato ha sottoposto agli arresti domiciliari il Vice Sindaco del Comune di San Bernardino Verbano Giovanni Lietta, in esecuzione di una misura cautelare disposta dalla locale Autorità Giudiziaria per il reato di cui all'art. 314 del codice penale.

L'indagine è scaturita da alcune missive anonime nelle quali si paventavano irregolarità contabili nella gestione dei fondi pubblici da partedi Lietta, attuale vice sindaco, ed ex primo cittadino di San Bernardino Verbano.

La documentazione acquisita e gli accertamenti effettuati da personale dell'Ufficio Digos hanno confermato l'ipotesi prospettata dall'ignoto delatore facendo emergere molteplici irregolarità, dall'utilizzo delle tessere carburante dei mezzi in uso al Comune alla gestione dei fondi comunali, specie, quelli assegnati alla protezione civile, sino al singolare episodio relativo all'acquisto di uno pneumatico che, attribuito con ricevuta palesemente alterata ad un mezzo del Comune, è stato di fatto montato sull'auto personale.

Unitamente alla misura personale è stato disposto il sequestro preventivo dei conti correnti, dei beni immobili e dei mobili registrati sino al concorso della somma per equivalente di circa 22.000 euro.
Oltre all'abitazione privata ed all'autovettura in uso, è stato perquisito anche l'ufficio comunale utilizzato per espletare le funzioni di amministratore pubblico.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore