/ Economia

Economia | 30 marzo 2024, 16:00

Gli imprenditori edili di tutta Italia riuniti a Stresa per discutere di lavori pubblici

Il 27 marzo si è svolta, per la prima volta nel Vco, la Segreteria della ROP

Gli imprenditori edili di tutta Italia riuniti a Stresa per discutere di lavori pubblici

Si è svolta mercoledì 27 marzo presso l’hotel Regina Palace di Stresa la Segreteria della Commissione Referente Opere Pubbliche (ROP) di Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili).

La ROP è composta, a livello nazionale, da circa 200 imprenditori che si trovano periodicamente per discutere le tematiche di maggiore interesse per il settore; a monte, vi è la Segreteria ROP (una sorta di “giunta esecutiva”) composta da 10 imprenditori, espressione dei territori, il cui compito è quello di indirizzare gli orientamenti e le azioni strategiche che Ance intraprende nei confronti della politica e delle istituzioni.

Organizzata da Ance Piemonte e Valle d’Aosta e Ance Liguria, per la prima volta nel Vco, la Segreteria ROP ha riunito funzionari e imprenditori edili provenienti da tutta Italia per condividere le istanze dei territori ed illustrare le strategie in atto a livello nazionale in materia di lavori pubblici.

Presenti all’incontro, oltre al Presidente di Ance Vco Rino Porini, e al Vicepresidente Mauro Piras, che della ROP regionale è Coordinatore nonché componente della Segreteria ROP nazionale, anche i Presidenti di Ance Piemonte e Valle d’Aosta, Paola Malabaila, di Ance Liguria, Emanuele Ferraloro, ed il Vicepresidente di Ance, Luigi Schiavo.

Numerosi i partecipanti, anche tra gli imprenditori del Vco, che hanno potuto confrontarsi con i colleghi di altri territori ed esporre le proprie istanze ai vertici nazionali dell’Associazione che si faranno carico di veicolarle al Governo e ai Ministeri di riferimento dove la voce di Ance e delle sue associate risulta autorevole.

Tra i temi trattati quello degli aspetti applicativi e delle criticità riscontrate nel nuovo Codice dei Contratti, con un focus riguardante le buone regole per l’attuazione del Codice 36/2023. Grande attenzione è stata poi rivolta al tema della sicurezza, oggi più che mai sentito anche a seguito dei recenti drammatici episodi. Sul tema gli imprenditori si sono espressi auspicando l’applicazione integrale del Contratto Collettivo Nazionale dell’Edilizia a tutti gli addetti che operino all’interno di un cantiere edile, che impone innanzitutto un percorso di formazione per i lavoratori ed è considerata l’unica vera garanzia di regolarità del lavoro.

“Ance ritiene prioritaria ed imprescindibile la liquidazione dei pagamenti entro i tempi contrattualmente previsti da parte delle stazioni appaltanti, - conclude Mauro Piras della Segreteria ROP nazionale, - già in passato l’Italia è stata oggetto di infrazione da parte della Comunità Europea su questo argomento; il Pnrr è una risorsa formidabile per il Paese ma l’onere della sostenibilità finanziaria non può essere delegato alle Imprese; è necessario che le rendicontazioni siano presentate in tempo reale e le richieste fondi avvengano con sollecitudine per fare in modo che i Ministeri possano erogare le somme senza ritardi.  Proseguendo sul tema sicurezza, Ance si sta impegnando sin d’ora affinché le certificazioni SOA, necessarie per operare nel settore pubblico, siano maggiormente stringenti e rappresentative della professionalità dell’Impresa, evitando che realtà imprenditoriali, sorte sulle ceneri del 110, e prive di qualunque requisito professionale e di garanzia, possano accedere con facilità al mercato reiterando danni già visti.”

Comunicato Stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore