/ Sanità

Sanità | 15 marzo 2024, 08:00

Dalla Regione Piemonte nuovi progetti per contrastare l'assunzione di farmaci come stupefacenti

L’assessore regionale alla sanità Luigi Genesio Icardi illustra alcuni provvedimenti per sensibilizzare sui medicinali presi senza prescrizione medica, soprattutto tra i giovani

Dalla Regione Piemonte nuovi progetti per contrastare l'assunzione di farmaci come stupefacenti

“La Regione Piemonte, per contrastare il fenomeno dei farmaci assunti senza prescrizione, quali sostanze stupefacenti, ha messo a punto alcuni progetti”, spiega l’assessore regionale alla sanità Luigi Genesio Icardi.

Il primo è il progetto regionale "Neutravel", assegnato all'Asl To4: prevede un'unità mobile con l'obiettivo, attraverso apposita attrezzatura laser, di analizzare i principi attivi di farmaci e sostanze psicotrope che diversi giovani chiedono in anonimato di analizzare. Il counselling degli operatori spesso è finalizzato a far riflettere i giovani consumatori dei possibili rischi e pericoli di quello che si accingono ad assumere, soprattutto se vi sono presenti principi attivi sconosciuti, oppure presenti in concentrazioni elevate (di principi attivi conosciuti). Il progetto regionale ha una convenzione con la Centrale regionale del 118 e tutte le Forze dell'Ordine sono periodicamente informate sia del progetto che dei singoli operatori autorizzati a prestare attività nei vari contesti autorizzati del divertimento (feste, concerti, ecc.);

il secondo progetto è CAPS - Centro regionale di Attività di Promozione della Salute. Aperto alle scuole secondarie di secondo grado, al secondo anno di attività vi sono passati oltre duemila studenti provenienti da tutta la Regione. In questo centro si parla dei rischi di uso e abuso di sostanze e non, e a breve verrà dedicata anche una sezione sui rischi dell'uso dei farmaci.

Infine, il Piano di Prevenzione Regionale prevede che i SerD e i Dipartimenti di Prevenzione vadano negli istituti scolastici con progetti di prevenzione e promozione della salute orientati a sviluppare le "Life skill" degli studenti. Il progetto "Unplugged", che vede la Regione quale soggetto capofila, è un programma scolastico per la prevenzione dell'uso di tabacco, alcol e sostanze tra gli adolescenti, basato sul modello dell'Influenza Sociale e dell'Educazione Normativa. Mira a favorire lo sviluppo ed il consolidamento delle competenze interpersonali, sviluppare e potenziare le abilità intrapersonali, correggere le errate convinzioni dei ragazzi sulla diffusione e l'accettazione dell'uso di sostanze, nonché sugli interessi legati alla loro commercializzazione e a migliorare le conoscenze sui rischi dell'uso di tabacco, alcol e sostanze, sviluppando un atteggiamento non favorevole alle sostanze.

“Va ribadito – osserva l’assessore Icardi - che i medicinali non sono in libera vendita al pubblico, ma sono soggetti a ricetta medica con una durata limitata di 30 giorni. Pertanto, il farmacista, prima di procedere all'erogazione del farmaco, è tenuto a verificare attentamente la validità della prescrizione medica e tutti i formalismi richiesti la normativa vigente. Oltre ai progetti, occorre ricordare che un’attività di prima sensibilizzazione nei confronti dell’utente avviene comunque all'interno delle farmacie convenzionate con il servizio sanitario, mentre la rete regionale di farmacovigilanza  è attiva nel sorvegliare e segnalare gli usi impropri e gli abusi dei medicinali”.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore