/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 19 settembre 2022, 13:30

Le canzoni di Arisa hanno chiuso il week end di Domosofia FOTO

Questa sera la cena finale, Domosofia Gourmet – il Festival in tavola

Le canzoni di Arisa hanno chiuso il week end di Domosofia FOTO

Tanta gente in piazza Matteotti domenica sera per il concerto di Arisa. La cantante genovese ha inserito la tappa domese nel suo 'Little Summer Tour'. Una serata che è andata a chiudere il lungo week end di Domosofia. Il festival ha riscosso un enorme successo, conferenze, dibattiti e concerti hanno fatto il tutto esaurito. Un bel colpo d'occhio dopo due anni di pandemia vedere piazza Matteotti con così tanta gente.

Questa sera la cena finale del festival, Domosofia Gourmet – il Festival in tavola, una cena di beneficenza, organizzata con la collaborazione di Domobianca 365, dove sarà possibile gustare raffinate pietanze esaltate dalla professionalità di tre chef stellati e di rinomati chef del territorio, in un percorso ideale che unirà la vicina Svizzera, l’Ossola e il Lago Maggiore.

La cena si terrà al Sacro Monte Calvario, Patrimonio Unesco, nelle storiche sale del refettorio dei Padri Rosminiani.

Si inizierà con Terra madre, firmata dallo chef pluristellato Marco Sacco del Ristorante “Piccolo Lago” di Verbania.

A seguire Uovo 62°, vellutata di castagne, crumble di Parmigiano e porcini, proposta dallo chef Stefano Allegranza del Ristorante “La Stella” di Domodossola.

Sarà poi il momento dei Tortelloni gamberi e branzino su bisque e spuma di zucchine, a cura dello chef William Vicini del Ristorante La Meridiana di Domodossola.

Lo chef stellato di casa, Giorgio Bartolucci dell’Atelier Restaurant di Domodossola, preparerà invece Ramen all’ossolana

Sarà poi il turno dell’altro ospite, lo chef stellato Franck Reynaud de Les Restaurants Relais & Châteaux di Crans-Montana (CH), che farà gustare Filetto di cervo arrosto con issopo, atriaux con genepy e tortino di zucca allee spezie di montagna.

Il dessert La mela nell’orto, così come la piccola pasticceria, saranno opera di Fabio Tisti della Pasticceria Tisti di Domodossola.

In abbinamento ad ogni piatto sarà servito dai sommelier un calice di vino scelto.

La cena sarà preceduta dall’aperitivo di benvenuto che si terrà nella parte dei giardini della Riserva Naturale generalmente chiusa al pubblico e sarà curato da Massimo Sartoretti con i salumi del “Divin Porcello”, Francesco Catapano de “Le Coccinelle” con il Babà salato, magnum di patate e montanarine fritte e Massimo Coniglio con le bollicine de “La Bolleria”.

Si ricorda che il ricavato dell’evento, dal costo di 150 euro a persona (su prenotazione e fino a esaurimento dei posti), verrà devoluto alla Fondazione Onlus “Specchio dei tempi”, organizzazione che nasce dalle omonime rubriche del quotidiano La Stampa e che dal 1955 si occupa di aiutare le persone in difficoltà.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore