/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 28 maggio 2022, 08:20

“Upskill Piemonte”, il progetto di Fondazione Crt che coinvolge scuole e imprese del turismo e dell’agroalimentare

Fino al 18 luglio 2022 le Piccole Medie Imprese avranno la possibilità di lanciare una sfida innovativa agli Istituti Tecnici Superiori piemontesi

“Upskill Piemonte”, il progetto di Fondazione Crt che coinvolge scuole e imprese del turismo e dell’agroalimentare

Rendere più moderni e competitivi due settori cruciali per l’economia del Piemonte, turismo e agroalimentare, e contrastare il fenomeno dello skill mismatch giovani-imprese. È questo l’obiettivo del progetto “Upskill Piemonte”, “firmato” dalla Fondazione Sviluppo e Crescita CRTcon Upskill 4.0, spin-off di Università Ca’ Foscari Venezia, di cui è partner UniCredit.

Fino al 18 luglio 2022 le PMI piemontesi avranno la possibilità di lanciare una sfida innovativa agli ITS (quali innovazione di prodotto, di processo, trasformazione del business model). Da settembre 2022 a gennaio 2023 i giovani degli istituti tecnici svilupperanno un prototipo di soluzione a una delle challenge selezionate, lavorando con un team di lavoro dedicato, coordinato da docenti ed esperti di comprovata esperienza.

L’obiettivo principale del progetto è proporre alle imprese del territorio percorsi di innovazione che facciano leva sulle metodologie innovative adottate da Upskill 4.0, una piattaforma collaborativa funzionale a collegare il mondo della formazione tecnica superiore (ITS – Istituti tecnici superiori) a quello delle imprese.

É altrettanto importante ridurre il rischio di disallineamento tra l’acquisizione di competenze professionali da parte di giovani neodiplomati e la domanda delle imprese di specifiche competenze tecnico-professionali.

Attraverso il progetto Upskill Piemonte sarà possibile per le imprese destinatarie attivare un percorso di accelerazione strategica, organizzativa e digitale incrociando le proprie necessità con le competenze tecniche di un team di studenti ITS. In questo modo sarà possibile contribuire a contrastare il fenomeno dello skill mismatch che non consente l’accesso al lavoro di centinaia di migliaia di giovani tecnici di cui le imprese italiane avrebbero bisogno.

Grazie al supporto del team di professionisti e ricercatori Upskill 4.0, specializzati in innovazione digitale e nella progettazione e sviluppo di interventi di rigenerazione di filiere e territori, le imprese selezionate sperimenteranno con i giovani tecnici degli ITS la realizzazione di nuovi prodotti e processi, implementando o adattando modelli di business nei nuovi contesti competitivi.

Le “sfide” dovranno pervenire entro le ore 12:00 del 18 luglio 2022. La documentazione è consultabile sul sito https://www.<wbr></wbr>sviluppoecrescitacrt.it/<wbr></wbr>progetti/upskill-piemonte/  

Questo progetto unisce il riconoscimento del grande patrimonio imprenditoriale del Piemonte, terra di accoglienza e straordinaria eccellenza enogastronomica, al potenziamento del talento tecnico-scientifico dei nostri giovani, collaborando con Istituti di Alta Formazione ed Accademia, generando valore economico, sociale e culturale” sostiene Cristina Giovando, Presidente di Fondazione Sviluppo e Crescita CRT.

Siamo grati a Fondazione Sviluppo e Crescita CRT per l’opportunità che avremo di sviluppare con aziende dei suoi territori progetti innovativi in materia di 4.0” – dichiara Stefano Micelli, Presidente di Upskill 4.0 – Upskill è nata proprio con questo presupposto, essere un connettore qualificato tra scuola, imprese e territori: crediamo molto nel lavoro di qualità come motore di crescita per le persone e nella forza trasformativa dell’istruzione tecnica come elemento fondamentale per la competitività delle aziende.

Riteniamo che questo progetto possa favorire la diffusione dell’innovazione, l’accrescimento delle professionalità e la creazione di nuove sinergie funzionali alla crescita di quest’area – afferma Paola Garibotti, Responsabile Nord Ovest UniCredit -. Il nostro ruolo è quello di andare oltre il concetto di “banca tradizionale” per mettere in campo, oltre al sostegno in termini di credito e strumenti bancari, le nostre competenze per facilitare iniziative e partnership strategiche. La realizzazione di interconnessioni tra il mondo della formazione specializzata ed il mondo delle imprese ne è una prova tangibile“.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore