/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 22 luglio 2021, 21:20

Green pass, ecco dove e quando sarà obbligatoria la certificazione

Ristoranti e bar al chiuso, ma anche cinema e teatri, oltre a piscine e oalestre. Si parte dal 6 agosto. Multe fino a mille euro per i trasgressori

Green pass, ecco dove e quando sarà obbligatoria la certificazione

Il premier Draghi ha deciso. Il Green Pass (che si può ottenere con il vaccino, un tampone negativo nelle 72 ore precedenti, o la guarigione dal Covid-19) a partire dal 5 agosto verrà richiesto per entrare in: Cinema, Teatri, Musei, Palestre, Piscine, Stadi, Concerti, Fiere, Congressi, Concorsi, Centri termali e Sedersi a consumare nei tavoli al chiuso di bar, ristoranti, pub e pizzerie.

Green pass

L'entrata in vigore del Green Pass sarà posticipata quindi di due settimane affinché sia dato il tempo necessario di uniformarsi alle regole, con tamponi a costo calmierato per le famiglie e per chi non può vaccinarsi. Dal 6 agosto il certificato verde servirà per accedere ai tavoli al chiuso di bar e ristoranti. Non sarà invece necessario per consumare al bancone, anche se al chiuso.

Il Green Pass sarà valido per chi abbia avuto almeno una dose di vaccino, abbia fatto un tampone negativo nelle 48 ore precedenti o sia guarito dal Covid nei sei mesi precedenti. Per chi sarà in possesso del green pass sarà ridotta la quarantena.

Così come per i ristoranti, la data del 6 agosto sarà decisiva anche per poter accedere a palestre, piscine ed eventi sportivi. Stessa cosa varrà anche per i centri termali. Le strutture saranno obbligate ad accettare solo clienti dotati di Certificazione Verde Covid-19: in caso di violazione, sia l’utente che l’esercente potranno incorrere in multe dai 400 ai 1.000 euro.

Il Green pass non servirà per: Alberghi, Negozi, Centri commerciali, Parrucchieri, estetisti e barbieri, Lidi e stabilimenti balneari, Fabbriche, Uffici pubblici, Uffici privati, Aerei, Treni, Tram, Metropolitane, Autobus, Traghetti, Aliscafi, Consumazione al bancone dei bar, Ristoranti, pizzerie, pub all'aperto, Chiese e luoghi di culto e neanche per le discoteche, che rimangono chiuse. Il Governo sta inoltre valutando tamponi gratis per i giovani, le donne in gravidanza e tutte le persone per cui il medico sconsiglia la vaccinazione.

 

 

Le discoteche restano chiuse

Non sarà consentito alcun accesso, neanche per i possessori di green pass, alle discoteche. La Lega in cabina di regia avrebbe insistito per l'apertura, con nuove regole.

I colori delle Regioni

I colori delle Regioni (bianco, giallo, arancione e rosso) verranno determinati non più in base all'incidenza del contagio, ma esclusivamente in base al numero di ricoverati nei vari reparti: Zona GIALLA con occupazione del 10% di posti letto in terapia intensiva e 15% nei reparti; Zona ARANCIONE con occupazione del 20% di posti letto in terapia intensiva e 30% nei reparti e   Zona ROSSA con occupazione del 30% di posti letto in terapia intensiva e 40% nei reparti 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore