/ Cultura e spettacoli

Che tempo fa

Cerca nel web

Cultura e spettacoli | 23 marzo 2021, 09:40

“Biblia Pauperum”, in tv il 24 e il 31 marzo due appuntamenti dedicati al cenacolo di Leonardo

L'intero ciclo delle 10 puntate della trasmissione sarà a breve disponibile anche sul canale YouTube del Rosmini International Campus

“Biblia Pauperum”, in tv il 24 e il 31 marzo due appuntamenti dedicati al cenacolo di Leonardo

Biblia Pauperum: La fede raccontate per immagini”, è un format televisivo ideato e realizzato dalla Fondazione Dignitatis Personae in collaborazione con il Liceo Artistico Antonio Rosmini, grazie ad un contributo della Fondazione Comunitaria del VCO, il cui intento è quello di valorizzare e promuovere il patrimonio artistico, nella sua valenza di linguaggio chiaro e semplice, un linguaggio che da sempre è stato espressione, tanto di vita vissuta, quanto di alte idealità ed aspirazioni.

Al riguardo afferma il curatore del progetto editoriale Carlo Teruzzi: “spesso ci si sofferma sulla bellezza delle opere d'arte che caratterizzano in modo mirabile il nostro patrimonio artistico, ma raramente andiamo a cercare le storie, i volti e le esperienze di vita che queste opere raccontano. Dunque, con Biblia Pauperum, si intende, da un lato riportare la narrazione biblica carica di eventi e vicende umane a quella semplicità ed immediatezza che la caratterizzano, e dall'altro svelare quanto queste vicende, pur nel fascino dell'espressione artistica, siano cariche di attualità anche per noi che ci accostiamo a loro qui ed ora”.

Al culmine del percorso quaresimale Biblia Pauperum, propone due momenti di lettura di uno dei più grandi capolavori dell'arte di tutti tempi, quale appunto l'ultima cena di Leonardo. Infatti, il 24 ed il 31 marzo alle ore 21.00 su VCO Azzurra TV, con replica il giovedì alle ore 9 e alle ore 13, saremo accompagnati attraverso i luoghi, le vicende e i volti alla scoperta di quanto precedette la passione del Cristo, il tutto attraverso quell'istante drammatico in cui il Signore svelo agli Apostoli che "qualcuno di loro di lì a poco lo avrebbe tradito”. Leonardo riesce a caratterizzare, con la sua consueta genialità, la reazione con la quale ciascuno dei 12 reagì all'improvvisa rivelazione. La ridda di gesti, sguardi e movimenti che si seguono come in una vera e propria onda centripeta, rappresentano quei moti dell'anima con i quali Leonardo intende dire a ciascuno di noi, che lì ed in quel preciso istante viene rappresentato l'intero genere umano. Dunque, nello sbigottimento, nello sdegno e nella paura di quegli uomini, troviamo rappresentata tutta l'inquietudine di cui qui e ora, ciascuno di noi è portatore all'interno della propria vicenda umana. Ecco dunque svelata con grande semplicità la straordinaria attualità di cui Leonardo si fa testimone richiamando ciascuno di noi alla straordinaria presenza di quel gesto. In quel gesto che, preparando la resurrezione del Cristo, ha afferrato amorevolmente la realtà traendola una volta per tutte dal nulla.

Conclude al riguardo il prof Carlo Teruzzi: "guardando quest'opera mi piace sempre pensare che, in quel refettorio dei frati domenicani dinnanzi allo svelarsi di quella scena, ci sia davvero ciascuno di noi. Come se l'incalzante vortice di quei gesti e l'incrociarsi di quegli sguardi, rappresentino l’inquietudine, lo smarrimento, oltre al tremore, che ci coglie ogni qualvolta pensiamo di farcela da noi, resi dimentichi dagli affanni quotidiani, che al centro della nostra vita, come al centro dell'ultima cena, altro non ci sia che il grande atto di misericordia con il quale il Cristo ci ha guardati ed amati teneramente”.

L'intero ciclo delle 10 puntate di “Biblia Pauperum”, sarà a breve disponibile anche sul canale YouTube del Rosmini International Campus.


C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore