/ Sport

Sport | 24 ottobre 2021, 09:13

Volley Rosaltiora, una gran vittoria, uno stop che profuma di crescita in serie C

Una sontuosa vega occhiali rosaltiora batte la quotata santena in serie D 81 Service Rosaltiora lotta ma ancora non basta

Volley Rosaltiora, una gran vittoria, uno stop che profuma di crescita in serie C

Dapprima una sconfitta in Serie D per 81 Service Rosaltiora contro Settimo, in una partita che la formazione di Munny Bertaccini ha approcciato bene vincendo il primo set, salvo poi andare sotto 2-1 forse pagando ancora, da squadra giovane, un certo scotto alla categoria, salvo poi ritrovarsi e rischiare di trovare un tie break che ad un certo punto pareva più fantasia che realtà. Passa Settimo, lo fa con merito ma la squadra lacuale ha fatto vedere anche qualcosa di buono, subito dopo è arrivata una vittoria in Serie C che ha scatenato gli applausi del pubblico presente al PalaManzini che salutato il netto successo di Vega Occhiali Rosaltiora contro MTS Ser Santena, formazione che è accreditata come una delle forte del girone. Partita bella, primo set strappato coi denti (da 21-23 a 25-23) ed altri due condotti non solo con un pigio degno di nota ma con una prestazione davvero di alto livello della formazione di Fabrizio Balzano.

Serie C: una Vega Occhiali Rosaltiora da applausi…

E’ una vittoria che piace, la classica partita in cui una squadra vince e convince, perché arriva contro un avversario tosto e fisicato, perché arriva con una prestazione di alto livello, perché è figlia di un grande lavoro settimanale. Il 3-0 contro Santena regala sensazioni interessanti in casa Rosaltiora, perché se la partita era presentata come una sorta di esamino per capire ‘dove era arrivata’ la squadra a livello di gioco e non solo, il livello può dirsi alquanto buono. Balzano schiera Martina De Giorgis in regia, Annalisa Cottini è opposta, le bande sono Sonia Cottini e Lisa Monzio Compagnoni, al centro torna titolare Pamela Ferrari con Emily Velsanto, libero è Beatrice Folghera, il primo set è forse quello più tirato, perché se Vega Occhiali allunga è poi Santena che chiude, si va così sino al 14-14 quando le avversarie scappano e trovano il 14-16 che diventa presto 16 pari. La partità rimane con un bel punto a punto sino al 21 pari, è una bella partita che si guarda volentieri, nel finale arriva però il break ospite; 21-23 e set che pare incanalato: Balzano ferma tutto, al rientro succede qualcosa di clamoroso: Verbania ha il classico ‘occhio della tigre’ e non solo impatta 23 pari (gran giro in battuta di De Giorgis) ma trova il set point sul 24-23. Il time out ospite serve a poco: 25-23 ed è 1-0 Verbania. Nel secondo set la partita è meno equilibrata, Vega Occhiali gioca bene, se si vuole trovare un neo è nel servizio, con qualche errore di troppo ma il punteggio fugge sul 11-6 e 19-14, quando Veronica Filippini ha rilevato Lisa Monzio Compagnoni, Rosaltiora scappa, non lascia fiato a Santena (che sbaglia molto) e chiude 25-20 per il 2-0 con in campo Vanessa Filippini per Annalisa Cottini. Nel terzo set si parte col sestetto iniziale ed anche se in campo c’è bel gioco è Vega Occhiali a restare avanti nel punteggio, sul 12-9. La partita francamente appare indirizzata, Verbania continua a correre forte ed Mts Ser non tiene il ritmo, entra al centro Sara Mercurio per Emily Velsanto sul 23-16 ma la partita ormai è chiusa: 25-18 e gran 3-0 Verbanese.    

Vega Occhiali Rosaltiora-Mts Ser Santena 3-0 (25-23, 25-20, 25-18)

Vega Occhiali Rosaltiora: De Giorgis 2, Velsanto N. ne, Cottini A. 11, Filippini Va.1, Cottini S.13 , Monzio Compagnoni 5, Filippini Ve., Velsanto E. 9, Ferrari 5, Mercurio, Medali ne, Folghera (L), Scur L2) ne. All: Fabrizio Balzano, vice: Munny Bertaccini.

Mts Ser Santena: Marengo, Fustini ne, Ronchetti (L), Busso A., Grassi 10, Bertotto ne, Baiotto 3, Scapati 10, Marini (L), Pomero ne, Garrone 7, Busso G. 2, De Stefanis 5, Girardi 1. All: Stefano Di Martino, vice: Michele Cogliandro. 

 IL COMMENTO DI COACH FABRIZIO BALZANO

“Devo dire che le ragazze hanno davvero messo in mostra una prova maiuscola contro una squadra davvero forte – dice – con lo staff abbiamo pensato di iniziare con una formazione differente e nel caso di fare dei cambi successivamente ma abbiamo giocato talmente bene che non mi sembrava necessario cambiare, sarebbe stato quasi un azzardo, se vogliamo dirla tutta qualche errore in battuta non mi è piaciuto troppo, è stato anche maldestro, questo però in una prova davvero positiva della squadra, adesso pensiamo subito alla prossima trasferta. La classifica? No non si guarda, si va avanti un passo alla volta”.

Serie D, la crescita si vede, c’è anche cuore ma non basta

Per una squadra che è prettamente una Under 16 il salto di categoria si sente eccome, cambia tutto, si incontrano, per esempio, formazioni che non hanno lo stesso livello d’età ma hanno in campo atlete più esperte, più avvezze a gestire una partita non solo a livello di gioco ma anche di gestione dei momenti,. Così è stata la partita di Serie D per 81 Service Rosaltiora che contro Cirillo Immobili Settimo ha iniziato bene, vincendo meritatamente il primo set, salvo poi perdere. Bertaccini parte con Lucrezia Comoli in regia, opposta è Nadia Caffoni, le bande sono Greta Frigatti e Veronica Francoli, al centro Elisabetta Villa con Giulia AlbertiGiani, libero Gaia Mutazzi, il primo set è equilibrato sino sul  15-15 poi le trame migliori le trova 81Service che si porta avanti 1-0 con un meritato 25-18. Nel secondo set però sul 6 pari Settimo trova un break, va sul 7-10 e Verbania si siede, evidente ‘limite’ di inesperienza, per le avversarie è tutto facile, 12-25 ed è 1-1. Nel terzo set il gioco è maggiormente equilibrato ma è ancora la squadra ospite a passare che nel corso delle azioni aveva comunque sempre tenuto il naso avanti: 21-25, 2-1 e partita che sul 16-22 e poi 17-25 del quarto set  pareva solo da chiudere per le torinesi. Munny chiama time out, scuote le sue ragazze che cambiano anche nel linguaggio del corpo e si rimettono a giocare: 81 Service si avvicina sul 20-23 ma Settimo trova il match point sul 20-24, finita? No, perché è addirittura 24-24; la maggior freschezza (ed una topica arbitrale che ignora un evidente fallo di seconda linea) di Settimo chiude: 25-27 che si, regala il successo alle ospiti ma conferma che il materiale per crescere in casa Verbania c’è eccome.

 

81Service Rosaltiora – Cirillo Immobili Settimo 1-3 (25-18, 12-25, 21-25, 25-27)

81 Service Rosaltiora: Comoli, Osele, Beltrami, Travaini 7, Francoli 19, Frigatti 11, Catena , Villa 3, AlbertiGiani 5, Caffoni 4, Citterio, Mutazzi (L) 1. All: Simone Bertaccini, vice: Amanda Ferro.   

 

IL COMMENTO DI COACH MUNNY BERTACCINI:

Si è visto oggi che siamo ancora una squadra che deve prendere possesso della categoria - spiega – il primo set lo abbiamo giocato molto bene, lo abbiamo vinto con merito ma quando le cose si sono messe sul complicato ci siamo seduti, del resto siamo molto giovani e come ho detto alla fine dello scorso incontro il nostro obiettivo è la crescita, sapevamo di dover pagare questo scotto ma sappiamo anche che siamo un bel gruppo, basti vedere come ci siamo ripresi nel quarto set, quando il tie brek lo avremmo anche meritato. Nessun problema, adesso torniamo a lavorare in palestra”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore