Territorio - 06 maggio 2024, 10:31

Motoscafo abbordato e barca in fiamme: spettacolare esercitazioni sulle acque del lago Maggiore. FOTO

Mezzi dei vigili del fuoco, elicottero, motovedette di Guardia di Finanza e Guardia Costiera sono stati impegnati nella giornata di ieri in un’esercitazione aeronavale congiunta sulle acque del Verbano al largo di Cannobio

Motoscafo abbordato e barca in fiamme: spettacolare esercitazioni sulle acque del lago Maggiore. FOTO

Nella giornata di sabato 4 maggio, nelle acque del lago Maggiore antistanti il Comune di Cannobio, nel Vco, ha avuto luogo un’esercitazione aeronavale congiunta che ha coinvolto varie forze dell'ordine operanti sulla zona del Verbano.

In occasione del 250° anno dalla fondazione del Corpo della Guardia di Finanza, un primo scenario è stato dedicato all’intercettazione di un natante colto in traffico transfrontaliero di valuta da parte di un elicottero AW169, con il supporto di due motovedette con le quali il mezzo è stato raggiunto, abbordato e fermato.

Il secondo scenario dell'esercitazione è consistito in un principio d’incendio di un natante da diporto con quattro occupanti a bordo. A seguito della chiamata al numero unico di emergenza sono state allertate le forze previste, che sotto il coordinamento della Guardia Costiera, hanno svolto le operazioni ricerca e recupero dei passeggeri. L’intervento ha visto impegnati due natanti dei vigili del fuoco con a bordo i soccorritori acquatici e personale nautico dei Comandi dei vigili del fuoco di Verbania, Novara e Varese. Gli operatori hanno proceduto alle operazioni di spegnimento del principio d’incendio e al recupero di uno dei naufraghi in acqua. Un ulteriore infortunato in stato d’incoscienza ancora presente a bordo del natante messo in sicurezza è stato imbarellato e affidato alle cure del personale sanitario della Croce Rossa presente a riva.

Contestualmente un elicottero AW169 della Guardia di Finanza con a bordo un elisoccorritore SOGIT con un’unità cinofila da salvataggio, la motovedetta della Guardia Costiera e due moto d’acqua della Polizia di Stato concorrevano al recupero degli altri due pericolanti. A supporto delle operazioni e a garanzia della buona riuscita dell’intervento hanno operato le imbarcazioni dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, che hanno garantito un cordone di sicurezza a delimitazione dell’area.

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
SU