Eventi - 28 aprile 2024, 17:00

La pioggia non ferma la Lago Maggiore Half Marathon: 1600 atleti al via FOTO

La mezza maratona è stata vinta da Luca Ronchi e Rahel Meili; per ia 10 km trionfo di Oleksandr Kryzhevych e Sonia Mazzolini

Credits Phototoday

Credits Phototoday

Una giornata di pioggia decisa non ha fermato la carica di 1600 runner che hanno onorato la XVI Lago Maggiore Half Marathon, a cui si è affiancata la gara sulla distanza di 10 km.

Partenza alle 9.00 dal lungolago di Stresa, alla presenza del Sindaco Marcella Severino, da dove i podisti hanno raggiunto Verbania mentre sono partiti alle 10.00 da Fondotoce verso Verbania gli atleti della 10 km.

Per quanto riguarda la mezza maratona, sono state confermate le previsioni che annunciavano la vittoria di Luca Ronchi (Luciani Sport Team), al traguardo in 1h08’13”. “Sono felice per la vittoria, anche se mi sarebbe piaciuto trovare le condizioni perfette per migliorare il mio personale di 1h07’15”, ma fino al 12° km ho trovato tanto vento contrario. Sarebbe stato ancora più emozionante centrare il personale qui, perché è casa mia e sapevo di trovare un percorso pianeggiante. Adesso ho in programma qualche gara da 10 km per velocizzarmi e poi la maratona ancora a novembre”, il commento a caldo del vincitore. Piazza d’onore per un altro atleta locale, Matteo Brognolo (Sport Project VCO), che ha concluso le sue fatiche in 1h11’56” ben staccato dal vincitore e tallonato da Patrick Francia (Atl Reggio ASD), terzo in 1h11’59”.

Al femminile vittoria della bernese Rahel Meili (STB Leichtathletik) in 1h23’24”. “Sono emozionatissima. Nonostante il clima infelice, ho potuto apprezzare la bellezza del percorso, tornerò il prossimo anno a difendere il titolo sperando in una bella giornata di primavera”, ha detto la vincitrice. La svizzera ha fatto il vuoto come prova il crono di 1h28’03” della seconda assoluta e prima italiana Ilaria Perassolo (Atl. Valle Scrivia), seguita dall’atleta locale Martina Rigoli, terza in 1h29’02”.

“Sono emozionato, sono cresciuto qui, questo posto è la mia gioventù, il mio cuore batte qui grazie al mio papà che è venuto a mancare a fine gennaio. Questa notte non ho dormito per l’emozione di essere qui a vivere ancora una volta e testimoniare il grande amore di mio padre”, ha commentato in lacrime, al traguardo in 1h20’34”, un emozionato Dereje Rabattoni, figlio adottivo di Roberto Rabattoni, fondatore e anima del Centro Aiuti per l’Etiopia, a cui è intitolato l’omonimo memorial assegnati a Luca Ronchi e Ilaria Perassolo, primo e prima italiani al traguardo.

Per quanto riguarda, invece, la gara sui 10 km, la vittoria è andata all’ucraino Oleksandr Kryzhevych in 32’33”, seguito da Sadio Diabate (Gruppo Atl. Verbania) in 33’18”. Completa il podio Luca Jannuzzo (Asd Podistica Torino) in 33’31”. Per le donne è Sonia Mazzolini (Gruppo Atl. Verbania) la prima a presentarsi a Verbania in 36’32”. Alle sue spalle Laura Scarafone (Cambiaso Risso Running Team Ge) in 38’50” e Chiara Paola Naso (Team Attiva Salute Asd) in 41’15”.

“Ringrazio tutti i runner che hanno preso parte alla manifestazione nonostante le difficili condizioni meteo che nulla hanno potuto contro l’entusiasmo di quanti si sono presentati al via, per me questa è la migliore delle gratifiche. Un evento di questo tipo non può essere pensato senza il supporto e la fiducia di istituzioni e partner ai quali va il mio sincero ringraziamento” – il commento di Paolo Ottone, Presidente di Sport Pro-Motion Asd, società organizzatrice dell’evento. “Un applauso speciale agli studenti dell’Istituto Ferrini Franzosini e a tutti i volontari che già in condizioni normali rappresentano l’anima dell’evento ma il cui valore inestimabile viene messo ancora più in luce in giornate climaticamente difficili. Vi aspettiamo ai nostri eventi estivi e autunnali di trail, MEHT e UTLM, e alla maratona di novembre”, ha concluso.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
SU