Attualità - 30 marzo 2024, 13:00

In Collegiata San Vittore l’ultimo saluto al giornalista Lillo Alaimo

Il cronista era tornato a vivere a Cannobio, la sua città, dopo una lunga e prestigiosa carriera in Canton Ticino

In Collegiata San Vittore l’ultimo saluto al giornalista Lillo Alaimo

Oggi alle 15.00, in collegiata San Vittore, la comunità di Cannobio dà l’addio a Lillo Alaimo, giornalista cannobiese tornato a vivere nella città di confine al termine di una prestigiosa carriera in Canton Ticino.

Iniziata nel 1982 all’Eco di Locarno di cui è stato capo redattore, proseguita a “La Regione Ticino”, di cui è stato vicedirettore esecutivo, terminata da direttore al settimanale “Il Caffè della domenica”. Aveva esordito nella catena dei settimanali diocesani, collaborato a “La Stampa” e “Stampa sera” prima del trasferimento professionale in Canton Ticino, da dove aveva collaborato al quotidiano “Il Giorno” e al settimanale “L’Espresso”.

Tornato a Cannobio, era stato promotore della mozione anti-movida che aveva raccolto 300 firme richiedenti l’anticipo dello spegnimento degli amplificatori dei locali pubblici. Un nodo ancora irrisolto che continua a dividere maggioranza e opposizioni. Ai sostenitori non era piaciuta la delibera che anticipava lo spegnimento alle 23.30 dal lunedì al giovedì e alle 00.30 nel fine settimana. Le minoranze si erano astenute, per poi lanciare una petizione on line firmata dallo stesso sindaco Gianmaria Minazzi.

La notizia della scomparsa improvvisa di Alaimo, nella notte tra giovedì e ieri, ha avuto vasta eco sui media ticinesi. Lo ricordano, tra gli altri, il Corriere del Ticino – nel cui gruppo editoriale (Ti Media) “Il Caffè” era entrato – e La Regione Ticino – nato dalla fusione tra “L’Eco di Locarno” e lo storico quotidiano Il Dovere – in cui ha lavorato nell’anno d’esordio della testata (settembre 1992-giugno 1993).

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
SU