Quantcast

Elezioni Ordine dei Medici Vco, coordinamento tra enti e sburocratizzazione nel programma della lista “Cambiamo”

“Vogliamo essere la 'voce' di tutti conservando autonomia e indipendenza di pensiero, a prescindere dall’appartenenza a sindacati e convinzioni politiche”

MEDICO

Seconda convocazione il 20 e 21 settembre per le elezioni del Consiglio direttivo e del Collegio dei revisori dei conti dell’Ordine dei Medici del Verbano Cusio Ossola. Gli iscritti saranno chiamati a scegliere chi resterà in carica per i prossimi 4 anni.

Alle elezioni si presenta anche la lista “Cambiamo”, che riunisce nelle sue fila medici che provengono da diverse esperienze e realtà sanitarie.

“Siamo tutti medici che, sul campo ogni giorno, si scontrano con i problemi oggettivi legati alla cronica carenza e alla mala gestione di risorse umane e tecnologiche, alla mancanza di un efficace comunicazione e coordinamento fra gli enti sanitari, alla sempre più asfissiante burocrazia, alla medicina difensiva, alle denunce infondate e al mancato riconoscimento di indennità per opere prestate oltre le regolari norme contrattuali e, non ultimo, alle grosse criticità legate alla gestione della emergenza Covid-19 che appare tutt’altro che superata” spiegano nel documento di presentazione i componenti della lista.

“Siamo un gruppo di colleghi -sottolineano- che, a prescindere dall’appartenenza a sindacati e dalle convinzioni politiche, vogliono impegnarsi per essere la ‘voce’ di tutti conservando autonomia e indipendenza di pensiero. Presentiamo una sola lista per il Consiglio Direttivo ritenendo opportuno che nel collegio dei Revisori dei Conti vi siano membri non legati alla lista del Consiglio”.

Tra i punti programmatici la creazione di un canale diretto preferenziale e istituzionale tra l’Ordine dei Medici, ASL VCO e sanità regionale; la nascita di un tavolo permanente di lavoro sulle criticità della medicina territoriale, offrire consulenza in caso di contenziosi medico legali, nuove convenzioni con enti e attività commerciali territoriali a favore degli iscritti.

E ancora: favorire la collaborazione tra sindacati per verificare il rispetto delle norme contrattuali, vigilare che siano rispettate le pari opportunità, promuovere attività di tutoraggio e consulenza per i giovani medici. “Cambiamo” vorrebbe anche avvicinare in maniera concreta l’Ordine ai propri iscritti “sburocratizzando” e individuando un referente che agevoli la soluzione dei problemi.

Ulteriori proposte sono la collaborazione con ASL e Ufficio scolastico per progetti legati alla prevenzione di patologie giovanili e dipendenze e la sensibilizzare delle istituzioni per accelerare l’istituzione della “Giornata nazionale dei camici bianchi” in ricordo di tutti gli operatori sanitari deceduti nell’adempimento della loro missione.

In lista Pantaleo Ametrano, Alessandro Battisti, Margherita Bianchi, Francesco Marangi, Mariagrazia Federico, Paolo Iannicelli, Carmela Petrulli, Giovanni Pozzuoli e Valter Antonio Staffieri.

di info@ossolanews.it
Pubblicato il 18 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore