Quantcast

Ripartiranno il calcio dilettantistico e quello giovanile? Mossino: ”A febbraio confronto con le società”

Il presidente del Comitato Piemonte e Valle d'Aosta: “Una cosa è certa, bisognerà studiare dei nuovi ristori per questi settori e per lo sport in generale”

calcio dilettanti

Ripartirà il calcio dilettantistico? Ripartirà il calcio giovanile? Sono le domande che si fanno tutti, in questo difficile periodo storico. Domande cui dovrà dare delle risposte Christian Mossino, rieletto presidente del Comitato Piemonte Valle d’Aosta. Una vittoria arrivata a tavolino ed in anticipo, dopo il ritiro della candidatura da parte del suo sfidante, Filippo Gliozzi.

“Sono consapevole -così Mossino- che sta per arrivare il tempo delle decisioni definitive. Non si può certamente arrivare a marzo senza avere un piano e senza avere un’idea di cosa fare. Per questo, agli inizi di febbraio, sentirò tutte le società, con un’assemblea probabilmente da remoto, per sentire i loro pareri e per valutare lo scenario. Dobbiamo comunque renderci conto che, qualsiasi sarà la decisione, non possiamo non tenere conto della situazione epidemiologica e delle indicazioni che arriveranno dal Governo e dalla Regione” precisa Mossino.

Sta sempre più prendendo corpo la possibilità che, per finire i campionati, si giochi solamente un girone d’andata, con play-off e play-out. “Io ribadisco che la priorità mia è quella di completare la stagione regolarmente, ma mi rendo perfettamente conto che se si parte a marzo inoltrato è impossibile giocare 25 partite in un arco temporale di tre mesi”.

C’è poi l’aspetto delle giovanili. “E qui esprimo tutto il mio rammarico -cosi Mossino- perché i veri penalizzati sono i bambini ed i ragazzi. Mi auguro che ci possa essere la ripresa degli allenamenti: qualcuno lo sta facendo a livello individuale, ma serve un via libera per quelli collettivi. Una cosa è certa, e ne ho già parlato con il presidente Cirio e con l’assessore Ricca: bisognerà studiare dei nuovi ristori per il calcio dilettantistico e per lo sport in generale, perché altrimenti saranno dolori per tutti” conclude Mossino.

di
Pubblicato il 13 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore