Quantcast

Attacco alla sede Ugl, Preioni (Lega): “Solidarietà e condanna per l’intimidazione nei confronti del sindacato”

“Preoccupante salto di qualità nella protesta contro il contratto nazionale dei raider, un atto che non può trovare alcuna giustificazione”

Generica

Tre piccoli ordigni, di tipo pirotecnico, sono stati ritrovati mercoledì pomeriggio a Torino nella cassetta della posta della sede del sindacato UGL Piemonte di via Sacchi 43.

Sull’episodio indaga la Digos. Si tratta dell’ennesimo episodio nei confronti del sindacato, finito nel mirino della protesta dei riders dopo la firma del contratto con AssoDelivery, che non soddisfa i fattorini. “Un atto di violenza politica inaccettabile, il più grave rispetto agli altri anche dal punto di vista della pericolosità che ci auguriamo venga stigmatizzato dalle Istituzioni e dalle altre parti sociali”, commentano Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl, e Armando Murella, segretario Regionale, che condannano “con forza l’ennesimo e vile attacco”.

Il presidente Alberto Preioni è intervenuto sull’episodio per esprimere a nome di tutti i consiglieri del gruppo Lega Salvini Piemonte la propria solidarietà al sindacato Ugl, nuovamente vittima di un atto di intimidazione per la sua trattativa contrattuale nel settore delle consegne a domicilio.

Vicinanza piena e condanna senza indugi – commenta il presidente Preioni – per una minaccia che rappresenta l’ennesimo e inaccettabile atto di violenza nei confronti di un sindacato che svolge le proprie funzioni a favore dei lavoratori. L’attacco alla sede dell’Ugl, oltre a rappresentare un preoccupante salto di qualità nella protesta contro il contratto nazionale dei raider, è un atto che non può trovare alcuna giustificazione, un vero attentato alla democrazia”.

di info@ossolanews.it
Pubblicato il 20 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore