Quantcast

Risultati tamponi, Uncem: “Accelerare le procedure, sindaci a conoscenza dei risultati prima dei medici”

“Servono ulteriori interventi di Regione e ministero della salute”

tamponi coronavirus

Uncem Piemonte, su istanza di Sindaci e Amministratori locali, ha chiesto nelle scorse ore al Ministero della Salute e all’Assessorato regionale alla Sanità di ridefinire il meccanismo di gestione dei tamponi covid. Negli ultimi giorni, sono cresciute notevolmente le richieste e l’aumento delle code verso ospedali – anche piccoli, come quello di Lanzo Torinese – hanno obbligato i Sindaci a gestire intensi flussi veicolari verso i nosocomi.

Lunghi anche i tempi di informazione da parte dei  Servizi di Igiene e Sanità Pubblica (Sisp) alle persone che devono effettuare i tamponi perché sono entrati in contatto con positivi. Spesso sono gli stessi singoli cittadini, bambini e adulti, a sottoporre al medico di base la necessità di tampone, ben prima che i Sisp effettuino la comunicazione a seguito del tracciamento dei contagi.

Uncem ha segnalato anche a Ministero e Regione che numerosi i Sindaci piemontesi, in molti casi, vedono sul loro sistema webcovid realizzato da CSI, i risultati dei tamponi fatti da loro concittadini prima dei medici di base e dei pediatri. Una situazione per la quale sono spesso loro a informare direttamente (e informalmente) i loro concittadini su positività o negatività. Il sistema può essere migliorato nell’interesse delle collettività.

di info@ossolanews.it
Pubblicato il 16 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore