Quantcast

PD: “Tamponi rapidi in farmacia? Ancora niente”

Rossi-Valle: “Anche questa volta si è creata un’aspettativa che rimane frustrata, spingendo peraltro i cittadini a recarsi inutilmente in un esercizio pubblico. La Giunta soffre di 'annuncite'”

TEST RAPIDI

“Sono passati 5 giorni dalla conferenza stampa del 21 ottobre in cui il presidente Cirio annunciava l’immediata disponibilità (‘la delibera l’abbiamo assunta ieri, quindi le farmacie da oggi sono in grado di ricevere le prenotazioni’) del servizio di prenotazione in farmacia per i tamponi rapidi e ad oggi i cittadini non possono ancora ricevere questo servizio. Ancora questa mattina sull’applicativo delle farmacie non è possibile ordinare il tampone né prenotare il servizio degli infermieri, né ci sono previsioni attendibili.

La stessa Federfarma, che il 21 ottobre non aveva ancora ricevuto la DGR, in due note del 21 e 23 ottobre inviate ai propri associati, indicava genericamente la settimana successiva per l’inizio del servizio.

Ci auguriamo che, nelle prossime ore, la situazione si sblocchi, rendendo disponibile uno strumento che consideriamo anche noi strategico nello sforzo di tracciamento e contenimento del virus, necessario per continuare a testare sintomatici e asintomatici.

Anche questa volta si è ingenerata un’aspettativa elevata nella cittadinanza che ora rimane frustrata, peraltro spingendo cittadini che vogliono sottoporsi a tampone a recarsi inutilmente in un esercizio pubblico come le farmacie e creando situazioni di inutile rischio. Forse sarebbe meglio che questa giunta cominciasse a dosare meglio gli annunci e a valutarne le conseguenze, senza scaricare su farmacie e cittadini le conseguenze di una brutta ‘annuncite’”.

Così i consiglieri regionali dem Domenico Rossi,vicepresidente commissione sanità e Daniele Valle, coordinatore gruppo indagine Covid 19.

di
Pubblicato il 26 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore