Quantcast

Anziano morto, la famiglia: “Gigi non è mai stato abbandonato, ma è stato seguito con rispetto e puntualità”

Il presidente Marchioni: “"Si resta senza parole di fronte ad una morte del genere nel 2021. Noi come ente non possiamo fare molto: è un dramma della solitudine"

mangia e marcia crusinallo set17 9

Chiarezza. È quella che fa la famiglia del 73 enne omegnese trovato morto in casa nel suo appartamento di proprietà Atc a Crusinallo. Abbiamo letto, sui social -così la famiglia di Gigi Bernasconi– attacchi gratuiti al Ciss, al Comune ed agli assistenti sociali. Precisiamo subito che il nostro Gigi non è mai stato abbandonato, ma anzi è stato seguito con rispetto e puntualità in questi anni. Non era in difficoltà economica, ma ha vissuto come voleva lui, rifiutando gli aiuti che gli sono stati proposti. Non aveva luce e riscaldamento, ma era una condizione che aveva scelto lui. Ci sembrava giusto rimarcarlo e spiegarlo, anche per evitare polemiche ed attacchi che non ci sembravano giusti nei confronti di persone che si sono sempre adoperate per aiutarlo“.

Intanto per la morte del 73 enne arriva anche il cordoglio di Marco Marchioni, presidente di Atc Piemonte Nord. “Si resta senza parole di fronte ad una morte del genere nel 2021. Noi come ente non possiamo fare molto: assegniamo gli alloggi, interveniamo per discorsi legati a problemi strutturali, ma il resto non è di nostra pertinenza. Rimane ovviamente un senso di impotenza, perché è un dramma della solitudine”.

di
Pubblicato il 12 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore