/ Attualità

Attualità | 07 luglio 2024, 11:00

“Sostieni la tua comunità fino in Fondo”: il lascito testamentario alla Fondazione Comunitaria del Vco

È possibile destinare il proprio patrimonio alla realizzazione di progetti sociali

“Sostieni la tua comunità fino in Fondo”: il lascito testamentario alla Fondazione Comunitaria del Vco

“Sostieni la tua comunità fino in Fondo”. È questo il nome del progetto tramite il quale la Fondazione Comunitaria del Vco Ente Filantropico sostiene la comunità della provincia. Si tratta di un fondo solidale, che permette di dare concretezza al desiderio di prendersi cura di luoghi e persone.

Tutti possono costituire un fondo, anche con una donazione di piccola entità, oppure tramite un lascito testamentario. Con quest’ultimo, è possibile creare un fondo e destinare le risorse alla realizzazione di progetti e volontà indicate nel testamento. La Fondazione, infatti, è strutturata per preservare ed incrementare il patrimonio grazie al quale finanzierà i progetti. Per questo chi effettua un lascito testamentario può avere la garanzia di continuare ad essere protagonista attivo della comunità con cui ha condiviso un percorso di vita, tramandando nel futuro i propri valori e la propria visione.

Fare testamento è semplice, permette di esprimere le volontà e di assicurare che vengano rispettate: è un atto molto importante per poter determinare in prima persona il destino del proprio patrimonio, piccolo o grande che sia, con la certezza che i beni vengano destinati sia alle persone care, sia agli obiettivi etici e sociali che perseguito durante la vita.

Il testamento è lo strumento giusto per destinare a Fondazione Comunitaria del Verbano Cusio Ossola Ente Filantropico anche solo una piccola parte del patrimonio e garantire uno straordinario futuro a chi ha bisogno.

l.b.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore