/ Economia

Economia | 05 luglio 2024, 08:21

"Facciamo squadra per promuovere l'agricoltura piemontese"

La richiesta di Carenini (Cia) alla nuova giunta regionale: "Le nostre eccellenze sono anche motore del Made in Italy"

"Facciamo squadra per promuovere l'agricoltura piemontese"

"Il ruolo dell’Amministrazione regionale è determinante per lo sviluppo del settore agricolo piemontese e per la sua affermazione sui mercati interni e internazionali. L’agricoltura è importante non solo per ciò che è capace di generare in termini di nuove opportunità occupazionali ed economiche, ma anche per la qualità della vita, della salute, del paesaggio e della cultura del territorio.

Cia Agricoltori italiani del Piemonte conferma fin d’ora al presidente Alberto Cirio, al nuovo assessore all’Agricoltura Paolo Bongioanni e alla nuova Giunta regionale la massima collaborazione, nell’interesse esclusivo del settore primario e della collettività piemontese". Così il presidente regionale di Cia Agricoltori italiani del Piemonte, Gabriele Carenini, all’indomani dell’avvio operativo della nuova Giunta regionale del Piemonte.

"I temi su cui lavorare insieme – continua Carenini - sono diversi e gli stessi su cui la nostra Organizzazione si batte da sempre con determinazione e spirito costruttivo, preferendo il confronto e non lo scontro: misure adeguate per il ricambio generazionale, lo snellimento della burocrazia, la valorizzazione delle nostre produzioni di qualità e interventi efficaci contro il proliferare della fauna selvatica. Senza dimenticare i problemi causati dal cambiamento climatico, dalla siccità alle devastazioni dei campi, come abbiamo visto in questi giorni. Occorre trovare soluzioni che vadano al di là delle emergenze, consentendo di mettere al riparo le aziende agricole non solo dalle calamità naturali, ma anche dalle speculazioni del mercato, garantendo la continuità della loro attività".

Conclude Carenini: "Saremo al fianco della Regione nelle battaglie sui tavoli nazionali ed europei per riconoscere il giusto valore a ogni prodotto agricolo lungo la filiera, sviluppare le aree rurali anche contro il dissesto idrogeologico, salvaguardare il suolo e promuovere politiche di gestione comune della risorsa idrica. L’agricoltura del Piemonte è un motore trainante del Made in Italy agroalimentare, dobbiamo fare squadra per far valere le nostre carte".

comunicato stampa a.f.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore