/ Attualità

Attualità | 01 aprile 2024, 11:00

Un piemontese su tre è pensionato ma la Regione è solo decima per il sistema di welfare

La nostra regione occupa invece il secondo posto per la spesa previdenziale media degli over 65: i dati forniti dallo studio condotto da Unipol Gruppo in collaborazione con The European House – Ambrosetti

Un piemontese su tre è pensionato ma la Regione è solo decima per il sistema di welfare

Il Piemonte si è classificato nel 2023 al 10° posto tra le Regioni italiane per efficacia e capacità di risposta del sistema di welfare. Il dato emerge dalle classifiche del “Welfare Italia Index 2023” – strumento di monitoraggio che prende in considerazione gli ambiti di politiche sociali, sanità, previdenza e formazione e consente di identificare, a livello regionale, i punti di forza e le aree di criticità in cui è necessario intervenire – realizzato da “Welfare, Italia”, Think Tank nato su iniziativa di Unipol Gruppo in collaborazione con The European House – Ambrosetti.

Quali sono gli indicatori presi in esame

Il Welfare Italia Index è basato su 22 Key Performance Indicator che misurano dimensioni di input, ovvero indicatori di spesa (pubblica e privata) in welfare che raffigurano quante risorse sono allocate in un determinato territorio (ad esempio l’ammontare allocato tramite Fondo Sanitario Nazionale rapportato sul totale della popolazione regionale o l’assegno pensionistico medio mensile degli over 65) e dimensione di output2, ovvero indicatori strutturali che rappresentano il contesto socio-economico in cui si inserisce la spesa in welfare (ad esempio il tasso di disoccupazione o la quota di famiglie in povertà).

Piemonte secondo per la spesa previdenziale

Il Piemonte si posiziona al 2° posto fra le Regioni italiane per spesa previdenziale media sulla popolazione over 65 (1.432 euro contro 1.147 euro della media nazionale).

Dall’analisi dei dati emerge, inoltre, che il Piemonte è  per contributo medio in forme pensionistiche integrative (8,1% del reddito medio rispetto alla media italiana del 7,3%), 7° per contributi sociali riscossi dagli enti di previdenza (14,7% del PIL regionale) e  per spesa media regionale per utente fruitore degli asili nido (9.824 euro rispetto agli 8.913 della media nazionale).

Il Piemonte è al 14° posto per spesa pubblica per le politiche del lavoro (2,5% del PIL regionale, contro il 2,8% della media nazionale). E’ in 15° posizione per spesa pubblica per consumi finali legati a istruzione e formazione, impiegando il 3,3% del PIL regionale rispetto al 4,2% della media nazionale.

Quasi un piemontese su tre è pensionato

La Regione è al 4° posto per efficacia, l’efficienza e l’appropriatezza dell’offerta sanitaria; mentre è al 13° posto per stato di salute della popolazione (inteso come aspettativa di vita, mortalità, fattori di rischio per la salute e tasso di prevalenza standardizzato per patologie croniche ad alto impatto).

Il Piemonte è, inoltre, 15° per tasso di dispersione scolastica, con un 11% contro il 10,4% della media nazionale. Infine, il Piemonte è una delle Regioni più “anziane” d’Italia con un numero di pensionati pari a 29,4 ogni 100 abitanti e si colloca in 7° posizione per tasso di partecipazione a forme pensionistiche complementari (40,1% contro il 39,2% della media italiana).

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore