/ Calcio

Calcio | 20 novembre 2023, 17:20

Bene Cannobiese e Piedimulera. Agrano sorprendente FOTO

Ancora un cambio in vetta in Prima Categoria: la Union Novara supera l'Ornavassese bloccata sul pari dal Bagnella

Fotogallery Virtus Villa - Sizzano

Fotogallery Virtus Villa - Sizzano

Ancora un cambio della guardia in cima alla classifica di Prima Categoria: stavolta è la Union Novara scavalcare l’Ornavassese, grazie al successo in Valle Antigorio e al contemporaneo pareggio dei neri in casa del Bagnella.

La differenza di punti in classifica tra Crodo e Union Novara è lo specchio della diversa qualità delle due formazioni, con i novaresi che fanno subito la voce grossa e indirizzano fortemente l’incontro già nel primo tempo, chiuso sul 2-0 ospite. Nella ripresa i rossoverdi di Daoro non riescono a riaprirla, anzi è ancora la Union a trovare la terza rete al quarto d’ora, stroncando ogni velleità di rimonta degli ossolani.

Il big match di Bagnella vede gli ospiti più pimpanti in avvio, con un paio di buone occasioni per Stasolla. La ripresa si apre con un grande spavento: il difensore di casa Kane subisce un forte colpo in testa in uno scontro fortuito col compagno di squadra Mora, l’arbitro ferma immediatamente il gioco e sospende la partita per mezzora per consentire ai sanitari di intervenire e trasportare il giocatore in ospedale per accertamenti. Lo sfortunato episodio sembra scuotere i padroni di casa, che pochi minuti dopo la ripresa del gioco si portano in vantaggio con una gran bella girata al volo di Fioretti. La squadra di Lipari non ci sta e preme sull’acceleratore, costringendo il portiere Cavadini ad un paio di ottimi interventi. A due minuti dal termine rigore netto per i neri, dal dischetto Simone Zonca non trema e regala ai suoi un pareggio meritato.

Le inseguitrici Trecate e Virtus Villa steccano e perdono terreno dal duo di testa. I novaresi cedono sotto i colpi di Joel Gnonto, dopo essere passati in vantaggio a fine primo tempo sul campo di Cannobio grazie al solito Centrella. Nella ripresa il bomber biancorosso, fratello dell’attaccante della Nazionale, si scatena e firma una tripletta (uno su rigore) che regala a Livorno una boccata d’ossigeno in classifica.

Brutto stop per la Virtus Villa (le foro sono relative alla partita del Curotti ndr): e dire che la partita si era messa subito bene grazie al gol di Pasin in ripartenza al quarto d’ora di gioco. Il Sizzano però non si scompone e trova il pareggio dieci minuti più tardi, sfruttando una palla persa ingenuamente a metà campo dai biancoazzurri. Gli ospiti giocano meglio e sembrano padroni del centrocampo, e vanno meritatamente in vantaggio prima della fine del primo tempo, anche se poco prima il Villa aveva recriminato per un fallo di mano in area ospite che era sembrato netto. Nella ripresa gli uomini di Giampaolo provano a farsi vedere in avanti ma fanno una fatica enorme a costruire trame di gioco apprezzabili, mentre il Sizzano si difende con ordine e va vicino al terzo gol con un paio di contropiedi ficcanti, nella seconda occasione bravo Pavesi a neutralizzare. Per la Virtus un tiro addosso al portiere da dentro l’area e una bella girata di Palfini fuori di poco, poi proprio allo scadere altre veementi proposte per un possibile rigore durante una mischia in area, ma anche stavolta l’arbitro non concede la massima punizione. Nel complesso il pareggio poteva starci, ma gli ospiti hanno giocato meglio e colgono un successo che consente di scavalcaregli ossolani in classifica generale.

Un punto sotto la Virtus Villa, appena fuori dalla zona playoff, sale un sorprendente Agrano. La formazione omegnese, balzata agli onori della cronaca in settimana perchè dopo sessant’anni non potrà più gestire lo storico campo di Agrano a partire dalla prossima stagione, sembra trovare nuove motivazioni dalle vicende extracalcistiche e batte all’inglese il Vogogna al “Liberazione”, con le reti di Gherardini e del solito Ardizzoia. Per il bomber granata centesima rete con la maglia dell’Agrano, per i ragazzi di Castelnuovo una brutta sconfitta, che li fa precipitare in zona playout.

I verdi ossolani sono raggiunti a quota undici dalla Varzese, che ottiene l’ottavo pareggio stagionale al “Boroli”, ospite di un Gravellona San Pietro che cercava la vittoria per irrompere in zona playoff.Invece a passare in vantaggio sono proprio i granata di Chiaravallotti, con una rete di Tonossi nel finale di primo tempo. Nella ripresa subito rigore per il Gravellona, realizzato dal bomber Bionda, poi arancioni che provano a vincere ma senza pungere, cogliendo un deludente pareggio. Buon risultato per la Varzese, che però muove poco la classifica.

Boccata di ossigeno per il Piedimulera, che rischia grosso ma alla fine vince la sfida casalinga contro il Carpignano. Ospiti ben messi in campo, che dominano l’inizio di gara andando a segno due volte e creando altre buone occasioni da rete, tra cui un palo. Gli schiaffi svegliano i gialloblù, che prima della fine del primo tempo accorciano le distanze con Vadalà e pareggiano il conto dei legni con Capriolo. Al rientro dagli spogliatoi, Piedimulera che spinge e prima va vicino al pareggio con Hado (grande risposta del portiere ospite), poi trova il pareggio con il neo acquisto Audi, e infine il gol vittoria ancora con Vadalà.

Tutti i risultati:

Agrano - Vogogna   2 - 0;  Bagnella - Ornavassese   1 - 1;  Cannobiese - Trecate   3 - 1;  Comignago - Pernatese   1 - 3;  Crodo - Union Novara   0 - 3;  Gravellona San Pietro - Varzese   1 - 1;  Piedimulera - Carpignano   3 - 2;  Virtus Villadossola - Sizzano   1 - 2

Classifica:

 

Union Novara 26– Ornavassese 25 - Trecate 20 - Sizzano 19 -Virtus Villa18 - Agrano 17 - Gravellona San Pietro 16 - Bagnella, Cannobiese 15– Piedimulera 14 -Carpignano 12 - Vogogna, Varzese, Crodo 11 - Pernatese 8 - Comignago 2

 

Marco Barbetta

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore