/ Politica

Politica | 20 giugno 2023, 14:44

Gioco d'azzardo, le due proposte di legge in Consiglio regionale non ottengono il voto favorevole del Cal

Ok all'unanimità per la proposta di Monica Canalis (Pd) sulla tutela dei lavoratori penalizzati dall’impiego dei sistemi di intelligenza artificiale

Gioco d'azzardo, le due proposte di legge in Consiglio regionale non ottengono il voto favorevole del Cal

Con 4 voti favorevoli, 5 astenuti e 2 contrari, le due proposte di legge sul gioco d’azzardo patologico, una di iniziativa popolare, l’altra degli enti locali, non hanno ottenuto parere favorevole da parte del Consiglio delle Autonomie locali (Cal), che si è riunito oggi, presidente Davide Sannazzaro.
Le due Pdl nascono dalla volontà di modificare la normativa vigente, ripristinare le distanze delle macchinette dai punti sensibili, così come le fasce orarie di fruizione, e ridare poteri ai sindaci rispetto all’utilizzo, come previsto dalla legge regionale 9/2021 che era stata approvata con l’accordo di tutte le forze politiche.  I proponenti hanno rilevato che con l’abrogazione della legge e l’introduzione della nuova normativa,  sono venuti meno i buoni risultati ottenuti: nel 2021 gli apparecchi di gioco in Piemonte sono aumentati di 1000 unità, con un rapporto di 51,4 ogni 10mila abitanti, dati in controtendenza con l’andamento nazionale e preoccupanti sul piano sociale.  
L’assemblea si è anche espressa, questa volta con parere favorevole all’unanimità, rispetto alla Pdl a prima firma Monica Canalis (Pd) sulla tutela dei lavoratori penalizzati dall’impiego dei sistemi di intelligenza artificiale. Obiettivo della legge, come ha spiegato la proponente,  è mettere in campo interventi pubblici preventivi per dotare delle competenze necessarie i lavoratori occupati in settori produttivi che utilizzano l’intelligenza artificiale, ma anche potenziare percorsi di riqualificazione per i lavoratori che dovessero perdere il posto di lavoro come conseguenza di questi nuovi processi. 
Parere favorevole unanime anche sull’assestamento di bilancio 2023-25, su cui è intervenuto l’assessore Andrea Tronzano per ribadire che si tratta di un esercizio meramente tecnico, da approvarsi prima della parifica della Corte dei Conti, e che, entro settembre, si procederà con la variazione.

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore