/ Cultura e spettacoli

Cultura e spettacoli | 22 settembre 2022, 16:25

Tones Teatro Natura allunga la stagione: musica, teatro e performance il 23 e 24 settembre

L'obiettivo è dare spazio a giovanissimi artisti, al teatro di Gabriele Vacis con una anteprima nazionale e a straordinari talenti musicali e progetti di grande personalità

Tones Teatro Natura allunga la stagione: musica, teatro e performance il 23 e 24 settembre

Venerdì 23 e sabato 24 settembre Tones Teatro Natura propone una due giorni che condensa esibizioni artistiche di valore. Causa previsioni meteo sfavorevoli gli spettacoli si terranno presso la suggestiva Chiesa SS Pietro e Paolo di Crevoladossola. Il programma resta invariato e sarà presente un punto ristoro.

Obiettivo di questo “allungo di stagione”, nelle intenzioni di Maddalena Calderoni, Direttore Artistico di Fondazione Tones on the Stones, è dare spazio a giovanissimi artisti, al teatro di Gabriele Vacis con una anteprima nazionale e, con una spettacolare serata femminile dedicata al jazz contemporaneo, a straordinari talenti musicali e progetti di grande personalità.

Il successo di Campo Base Festival, andato in scena nel primo weekend di settembre, conferma la forza di Tones Teatro Natura quale spazio ideale per ospitare discipline diverse, eventi in grado di richiamare target diversissimi tra loro – dichiara Maddalena Calderoni –. Ora vogliamo offrire al pubblico due serate speciali, agli inizi dell'autunno, per festeggiare la prima stagione. Venerdì inaugureremo con l'inedito spettacolo di Gabriele Vacis, a seguire la performance “Appoggiato, di traverso, poi”, mentre sabato dalle 18 daremo il via ad una serata Jazz di grande coinvolgimento”.

Venerdì 23 settembre

Si chiama “I giardini della preesistenza - Dei, titani, oceanine e il dono del fuoco” lo spettacolo di Gabriele Vacis e Roberto Tarasco, con in scena gli attori di “Potenziali evocati multimediali”, che verrà messo in scena alle ore 19 di venerdì 23 settembre. Lo spettacolo si ispira al senso profondo dell’opera di Eschilo e ruba a Eschilo il fuoco della sua tragedia per donarlo al pubblico. L’obiettivo è calarsi nel sentimento tragico che l’opera propone, elaborando una lingua che preservi la “solennità” dei millenni rendendo comprensibile il senso al pubblico di oggi. Gabriele Vacis, grande regista teatrale, drammaturgo, docente, documentarista e sceneggiatore italiano, direttore della scuola per attori del Teatro Stabile di Torino, collabora tra gli altri con Lella Costa, Marco Paolini, Alessandro Baricco.

A seguire, ore 20.30, spazio alla performance “Appoggiato, di traverso, poi” di e con Ines Fuoco, Elisa Sbaragli coreografia e danza, Davide Merlino alle percussioni e Alberto Ricca, elettronica. Portati alle proprie estreme conseguenze, il tempo, lo spazio e il tatto si crepano: il ritmo cede al timbro, i sentieri alla montagna, le parole ai respiri.

Ines Fuoco è ballerina e coreografa, assistente di Claudia Castellucci, dirige il progetto di ricerca sul movimento Parini Secondo. Lavora con la coreografia come mezzo per accendere spazi e creare condizioni di movimento, visione e ascolto. Elisa Sbaragli, danzatrice, performer e coreografa, lavora in diversi progetti nazionali di danza contemporanea e di ricerca. Davide Merlino, percussionista, vibrafonista, compositore, opera in ambito jazz e classico collaborando con l’Ensemble de I percussionisti della Scala, Bjorn Torske e Lorenzo Senni in ambito elettronico. Alberto Ricca (aka Bienoise) è un musicista, compositore e sound designer eclettico e mai ripetitivo anche per questo tra i più interessanti del panorama musicale italiano.

Dopo la performance, a partire dalle ore 21.30, Migma Collective Sound System.

Sabato 24 settembre

Sabato 24 settembre spazio alla serata dal titolo “Autumn Leaves”, a partire dalle ore 18, con – in sequenza – le esibizioni di Simone Locarni Piano Solo, Harpbeat: Ottavia Rinaldi Trio, Kadri Voorand e Andre Maaker. Chiuderà la serata Sounds like Freedom, capitanata dalla bassista Rosa Brunello, con il contributo della star del jazz britannico Yazz Ahmed, del pioniere della musica sperimentale araba Maurice Louca e del sensazionale batterista italiano Marco Frattini.

Una spettacolare serata dedicata al jazz, a giovani straordinari talenti, come il pianista Simone Locarni e l’arpista Ottavia Rinaldi, e alle front women del jazz internazionale: l’estone Kadri Voorand dalla portentosa vocalità, Yazz Ahmed con la sua tromba contemporanea e Sara Brunello artista a 360°, donne che presentano progetti di grande personalità. Una line up di intenso fascino e qualità per salutare l’autunno.

La serata prenderà avvio con un piano solo per ascoltare le composizioni originali di Simone Locarni, un grande talento già vincitore di numerosi premi nazionali e che anticipa al pubblico di Tones Teatro Natura la sua prossima uscita discografica. Harpbeat con l'arpa di Ottavia Rinaldi, il contrabbasso di Carlo Bavetta e la batteria di Andrea Varolo proporrà una navigazione in musica che ha come tappe le composizioni originali di Ottavia e attraverso le quali l'ascoltatore può decidere quale porto raggiungere, da quale mare farsi cullare e quali altre vie percorrere guidato da sinestetiche impressioni.

Terza tappa della serata con la giovane compositrice, pianista e cantante estone Kadri Voorand tocca un’ampia sfera musicale, dal folk-indie a ritmi che profumano d’Africa, passando a ostinati contemporanei che racchiudono tanto il jazz quanto sonorità balcaniche. La sua voce è un colpo alla testa, versatile, forte, dura e al contempo duttile. A Tones Teatro Natura si presenta in duo con Andre Maaker, chitarrista compositore che spazia tra jazz, rock, folk, elettronica e classica.

A chiudere questo percorso jazz saranno Rosa Brunello (basso e contrabbasso, voce), Yazz Ahmed (tromba, flicorno, voce), Enrico Terragnoli (chitarra elettrica) , Marco Frattini (batteria e percussioni) con il progetto ideato dalla stessa Rosa Brunello e dal titolo "Sounds Like Freedom", che racconta gli strani tempi che la collettività sta vivendo, celebra la libertà e la gioia di condividere esperienze e spazi con altri artisti, piaceri che non possono più essere dati per scontati.

La chiusura del 24 settembre sarà affidata a un coinvolgente dj set. In entrambe le serate a Tones Teatro Natura sarà presente un servizio bar con cibo.

Ingresso singoli spettacoli € 10 Spettacoli di venerdì 23 settembre € 15 Spettacoli di sabato 24 settembre € 15 Abbonamento 23-24 settembre € 20 Prevendita: https://www.ticketmaster.it/artist/tones-on-the-stones-biglietti/1145734

Il programma dettagliato è online su www.tonesteatronatura.com

 

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore