/ Ambiente

Ambiente | 16 settembre 2022, 10:10

Crosta terrestre, Ornavasso e Pieve siti unici al mondo per lo studio delle rocce

Ad una profondità di 1 km si trova del materiale che altrove sarebbe ad una profondità di oltre 20 e dunque impossibile da analizzare. Al via a settembre un progetto internazionale

Pieve Vergonte foto archivio

Pieve Vergonte foto archivio

Ornavasso e Pieve Vergonte siti unici al mondo per lo studio delle rocce della crosta terrestre. E così è nato un progetto internazionale, con il Cnr, istituti di ricerca ed università italiane, svizzere ed austriache. Nelle prossime settimane sarà cantierizzata l'area di Migiandone, poi sarà la volta di quella di Pieve Vergonte.

L'obiettivo è di studiare ed avere dei dati particolari dalla terra: in Ossola, ad una profondità di circa 1 km, si trovano delle rocce che altrove sarebbero ad una profondità di 20-30 km e dunque impossibili da analizzare. 

"La nostra attenzione - ha spiegato Alberto Zanetti, ricercatore e tra i promotori del progetto- si concentrerà proprio sulle rocce alla profondità di 1 km e si pone su materiale relativamente superficiale. Scaveremo fino ad un chilometro di profondità.  Questi studi, al via in autunno, ci consentiranno  di capire meglio e visualizzare concretamente   ciò che nel resto del pianeta si può visualizzare solamente  con studio geofisici. Ad Ornavasso e Pieve sostanzialmente si possono creare i modelli per la comprensione di quello che c'è sotto di noi".

Daniele Piovera

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore