/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 28 novembre 2021, 10:05

Con il progetto 'SCIvolare' lo sci va a scuola anche nel Vco

L'obiettivo è diffondere il concetto di cultura sportiva attraverso la pratica degli sport invernali ed aumentare la conoscenza dell’ambiente montagna

Con il progetto 'SCIvolare' lo sci va a scuola anche nel Vco

È giunto quest’anno alla sua quinta edizione il progetto 'SCIvolare' che il Comitato  Alpi Centrali, con la collaborazione  di Anef,  dedica alla promozione degli sport invernali presso le scuole primarie e secondarie della Lombardia e delle province di Piacenza e Verbano-Cusio-Ossola 

“Mai come in questi tempi di pandemia -sottolinea Fisi- dove i ragazzi hanno subito stili di vita sedentari e mancanza di aggregazione, gli scopi del progetto sono fondamentali per la loro crescita”.

SCIvolare si propone di favorire infatti la promozione dello sport come stile di vita corretto, sport che è “di tutti e per tutti” dai normodotati ai diversamente abili; si vuole inoltre far comprendere ai ragazzi i valori legati allo “spirito olimpico” come i concetti di lealtà, educazione, fair play, aggregazione, spirito di sacrificio e correttezza sportiva. Lo sport verrà loro spiegato non solo come strumento per il benessere e la crescita personale, ma anche come strumento di crescita emotiva e strumento per superare le difficoltà della vita. Si vuole così diffondere il concetto di cultura sportiva attraverso la pratica degli sport invernali e contemporaneamente aumentare la conoscenza dell’ambiente montagna.


Il progetto, coinvolgendo il maggior numero di scuole sia primarie che secondarie del territorio, vuole incentivare la pratica degli sport invernali proprio nel contesto montano. In questo modo i ragazzi potranno praticare sport all’aria aperta, aumentare le loro conoscenze dell’ambiente di montagna , e migliorare il proprio stile di vita stando a contatto con la natura. I ragazzi  in questo modo svilupperanno anche maggiore rispetto della natura stessa e dell’ambiente montano.

Nelle passate edizioni SCIvolare prevedeva una giornata in classe, la testimonianza di atleti, ex atleti e tecnici, e la possibilità di partecipare ad una giornata sulla neve.

Per la stagione sciistica 2021/2022, a causa selle restrizioni dovute al Covid-19, sono previsti anche incontri in modalità remota, oltre che presentazioni svolte eventualmente anche a singole classi anziché a gruppi più numerosi, per evitare così assembramenti.

I responsabili del Comitato Regionale Alpi Centrali hanno previsto il supporto di video emozionali e didattici, e la partecipazione, di volta in volta, di testimonial della federazione.

Ogni singola sessione quest’anno sarà, in linea di massima, cosi articolata:

 - proiezione di videoclip di presentazione delle discipline invernali altamente coinvolgenti;

 - presentazione della Federazione Italiana Sport Invernali;

nozioni di base su regole di comportamento in montagna e sulle piste da sci;

 - testimonianza di un campione di sport invernali in modo da favorire la conoscenza delle diverse discipline sportive e spiegare il significato di “sportivo agonista” e dell’impegno profuso per raggiungere i risultati;

 - spazio per gli studenti per interagire con il testimonial attraverso domande;

 - realizzazione da parte degli studenti, il giorno stesso o quelli successivi,  di elaborati sull’incontro

 - In seguito  le singole scuole aderenti potranno scegliere tra giornate sulla neve o partecipazione ai centri estivi, sempre compatibilmente alle restrizioni imposte dai DPCM Covid-19.

Il progetto ha già raccolto l’adesione di numerose scuole. Affollano già il calendario moltissimi incontri e molti altri saranno confermati nelle prossime settimane.


In data 15 novembre hanno dato la loro adesione al progetto:

Istituti Superiori



l’I.I.S. Pacioli di Crema, l’I.P. Besta Fossati di Sondrio, il Liceo Vida e scuole Diocesane di Cremona, il Montessori di Castellanza, l’Istituto Faravelli di Stradella, l’I.S.Stanga di Pandino e di Crema (Cr), l’Ist. Meneghini di Edolo (Bs), il Centro Studi Leonardo Da Vinci di Bergamo, il CFP immaginazione e Lavoro di Milano.

 

Scuole secondarie di primo grado

Ist. Darfo I di Darfo Boario Terme (Bs), la Media Tito Livio di Milano, la Montessori di Castellanza (Va)

 

Scuole  primarie

Dante Alighieri di Brescia, L.C.Ome di S.Giovanni Polaveno (Bs), Gazzaniga di Cene (Bg), Montessori di Castellanza (Va) e di Bollate (Mi), I.C. Gromo e Valgolgio di Gromo (Bg), The International Accademy di Busto Arsizio (Va), I.C. Comolago di Como, I.C. Gromo S.Marino e Valbondione di Valbondione (Bg), I.C. Bonafini di Cividate Camuno (Bs), Villanterio di Gerenzago (Pv).

 

Per quanto riguarda le uscite sulla neve al momento sono quattro le stazioni che hanno aderito all’iniziativa, mettendo a disposizione, ad un costo forfettario: piste, maestri e attrezzatura per provare il brivido dello sci.


In provincia di Verbania in Val Vigezzo e in Val Formazza sarà possibile praticare sia lo sci alpino sia lo sci di fondo.

In provincia di Bergamo per il momento è lo sci di fondo il protagonista con Spiazzi di Gromo e Schilpario.

Il progetto SCIvolare è inserito all’interno di un più ampio progetto di promozione della montagna e della pratica dello sci tra le nuove generazioni ed è m in collaborazione con la Regione Lombardia, il CONI Piemonte/Lombardia/Emilia Romagna e gli Enti di Promozione Sportiva. Si avvale inoltre dei seguenti partner sul territorio: i Comuni, i Maestri della Scuola Italiana Sci, i Comitati Fisi Provinciali e gli Sci Club.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore