/ Verbano

Verbano | 20 novembre 2021, 20:29

Il calendario degli Amici dell’Oncologia taglia il traguardo del decimo anno con 9 modelle d'eccezione

Sono tutte pazienti guarite da patologie tumorali, scelte per tagliare l'importante dell’iniziativa editoriale a scopo benefico curata dal giornalista e fotoreporter verbanese Giacomo Comoli

Il calendario degli Amici dell’Oncologia taglia il traguardo del decimo anno con 9 modelle d'eccezione

Trentamila euro. Questo è il bilancio delle prime 9 edizioni del calendario realizzato ogni anno dal giornalista e fotoreporter verbanese Giacomo Comoli per gli Amici dell’Oncologia. Un record destinato ad essere superato dal decimo, fresco di stampa, presentato a villa Giulia da Comoli e dalle 9 modelle, tutte pazienti guarite da patologie tumorali, scelte per tagliare un traguardo importante dell’iniziativa editoriale a scopo benefico.

Set fotografico di prim’ordine, i Giardini botanici di Villa Taranto. Le modelle sono. Manuela Prestifilippo, Viviana Obertini, Federica Pedroni, Lorella Maurizi, Roberta Iob, Maria Grazia Podico, Francesca Arena, Nicoletta Pantaleoni, Barbara Grotti.

Per questa decima edizione, Comoli, s’è avvalso della collaborazione di Luigi Perretta, che l’ha affiancato sul set fotografico. Le modelle si sono messe in gioco, ha detto Viviana Obertini, “anche per inviare un messaggio di speranza a chi, come noi, si è ammalato o si ammala di tumore. La vita continua anche dopo”. Sul positivo “protagonismo” delle modelle per un giorno ha insistito il presidente del sodalizio, dottor Sergio Cozzi. Il ricavato dell’edizione 2022, ha precisato su richiesta dei cronisti, non andrà come per quelle precedenti ad un progetto particolare: “In questo momento non ne abbiamo, ma dobbiamo alimentare quello principale: dare sostegno medico, logistico ad esempio nei servizi di trasporto, ecc. a chi si rivolge a noi. Attività che ci costano 100 mila euro l’anno e che dobbiamo mantenere”.

Il calendario è in vendita a 5 euro alla farmacia comunale, al bar Roma, alla libreria Alberti di Intra e a Puntolinea di Pallanza.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore