/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 15 luglio 2021, 18:53

Incassano oltre 7000 euro per una manifestazione mai avvenuta, tre denuce

Gli eventi 'truffa' dovevano svolgersi nel parco di villa Maioni e in piazza Fratelli Bandiera

Incassano oltre 7000 euro per una manifestazione mai avvenuta, tre denuce

A conclusione di un’indagine condotta dai Carabinieri della Sezione di P.G. e dal Corpo della Polizia Locale di Verbania e coordinata dal P.M., Dott. Gianluca Periani, a seguito della stagione degli eventi organizzati nell’estate 2019 dalle società “Eventi e promo di Paolo Artoni” (risultata poi inesistente) e “Eventi in movimento di Toni T”, per la manifestazione denominata “Verbania magia e benessere” da realizzarsi presso il parco di villa Maioni, in forza di una autorizzazione comunale falsificata, è stata depositata la richiesta di rinvio a giudizio a carico di tre persone, due delle quali, T.T. cl. 79 di Scandiano (RE) e P.A., cl. 70 di Brescello (RE), risultano indagate per i reati di falso ideologico e materiale in concorso tra loro, mentre altre due, sempre T.T., cl.79 e G. D.G., cl. 58 di Campli (TE) risultano indagate per truffa aggravata in concorso.A conclusione di un’indagine condotta dai Carabinieri della Sezione di P.G. e dal Corpo della Polizia Locale di Verbania e coordinata dal P.M., Dott. Gianluca Periani, a seguito della stagione degli eventi organizzati nell’estate 2019 dalle società “Eventi e promo di Paolo Artoni” (risultata poi inesistente) e “Eventi in movimento di Toni T”, per la manifestazione denominata “Verbania magia e benessere” da realizzarsi presso il parco di villa Maioni, in forza di una autorizzazione comunale falsificata, è stata depositata la richiesta di rinvio a giudizio a carico di tre persone, due delle quali, T.T. cl. 79 di Scandiano (RE) e P.A., cl. 70 di Brescello (RE), risultano indagate per i reati di falso ideologico e materiale in concorso tra loro, mentre altre due, sempre T.T., cl.79 e G. D.G., cl. 58 di Campli (TE) risultano indagate per truffa aggravata in concorso.

Nello stesso periodo era prevista un’altra manifestazione, denominata “sapori e shopping sul lago” organizzata dalla “Verbania live” di T.T. (pubblicizzata sia sugli organi di informazione che sui social network), presso la Piazza Fratelli Bandiera di Verbania che non fu effettuata per mancanza delle stesse autorizzazioni comunali, conseguendo i vantaggi economici derivanti dal versamento delle caparre per occupare le piazzole.

In particolare, i soggetti indagati hanno incassato dalle parti offese circa 7600 euro per delle manifestazioni che avrebbero dovuto svolgersi nel parco di Villa Maioni, falsificando i documenti necessari, la firma del responsabile della biblioteca a cui è affidata le gestione del parco e ricevendo i soldi richiesti senza mai restituirli. In un caso gli espositori, oggi parti offese, si erano anche presentati trovando l’amara sorpresa che non si sarebbe tenuta alcuna manifestazione.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore