/ Cronaca dal Nord ovest

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca dal Nord ovest | 24 giugno 2021, 10:24

Escursionista torinese cade in una scarpata e perde la vita sull'Appennino forlivese

Il 63enne stava percorrendo un impervio sentiero nei pressi della diga di Ridracoli, ad Acquacheta: fatale il salto di una cinquantina di metri

Escursionista torinese cade in una scarpata e perde la vita sull'Appennino forlivese

Tragedia sull'alto Appennino forlivese. Un escursionista di 63 anni, residente nel torinese, è morto a causa dei gravi traumi subiti dopo una rovinosa caduta mentre stava percorrendo un impervio sentiero nei pressi della diga di Ridracoli e della località Acquacheta.

Secondo una prima ricostruzione l'uomo - assieme ad altri escursionisti - nel primo pomeriggio si è incamminato lungo un sentiero da poco riaperto a, pubblico, percorrendo il crinale appenninico e cercando di raggiungere anche l'esteso bacino artificiale alle spalle della diga. Per cause ancora da chiarire il 63enne è improvvisamente caduto, precipitando in una profonda scarpata. Un pauroso salto di una cinquantina di metri che, urtando contro alcune rocce, ha provocato al 63enne diversi traumi, tra cui ferite mortali al capo.

Scattato l'allarme sul posto è intervenuto un elicottero, ma la zona boscosa e impervia ne ha impedito l'utilizzo per il recupero del corpo. Sono state le squadre del Soccorso Alpino e i sanitari del 118 - raggiunto il luogo dell'incidente - ha constatare che per l'uomo non c'era più nulla da fare, predisponendo quanto necessario per il suo non facile recupero.

Redazione Torino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore