/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 05 giugno 2021, 19:10

A Gravellona Toce c'è attesa per il completamento del Palasport

Servono 300 milioni di euro dalla Regione Piemonte per opere accessorie

A Gravellona Toce c'è attesa per il completamento del Palasport

Iniziati i lavori per la cabina elettrica, se ne sta occupando una ditta locale, poi mancherà solo il completamento di ingressi esterni e parcheggio, quindi il palazzetto dello sport di Gravellona Toce potrà finalmente aprire le sue porte. Fiore all'occhiello del territorio.

L'attesa in città cresce, valutato che l'opera è in corso di realizzazione ormai da diverso tempo. Il mondo della pallacanestro (ma non solo lui) chiama. Per chiudere il cantiere e consegnare le chiavi è indispensabile, però, un nuovo accordo con la Regione che dovrà erogare i soldi necessari. Il governatore del Piemonte Alberto Cirio, di recente in visita nel Vco, ha ribadito il suo assenso. Servono 300 mila euro, che dovrebbero arrivare. Una volta completata, la struttura gravellonese si candida a divenire eccellenza sportiva nel territorio. “Non solo le partite di basket della Paffoni - commenta un cittadino - ma molto altro, valutata la posizione strategica in cui è collocata. Facilmente raggiungibile dall'autostrada e dai tre principali centri del Verbano Cusio Ossola, il palazzetto potrebbe ospitare manifestazioni di vario tipo, sfruttando anche l’esterno che può godere di parcheggi e ampi spazi verdi”.

“La nostra provincia ha bisogno di una struttura di queste dimensioni - fa eco un secondo cittadino - perché molti eventi vengono organizzati in spazi che non sono consoni, per cui l’attesa per il fatidico taglio del nastro qui è molto alta”. I commenti raccolti dal giornale sono veritieri. Lo sport e gli sportivi meritano di più e la speranza, a questo punto, è che il nuovo palazzetto possa aprire presto. Per la cronaca, vale ricordare che è tuttora in corso da parte della procura un’indagine per appurare gli eventuali reati di truffa, falso e corruzione nell’ambito dell’appalto commessi da quattro persone che sono state arrestate a suo tempo. Ma questa è un’altra storia.



Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore